counter
SEI IN > VIVERE MARCHE > ATTUALITA'
comunicato stampa

Treia: Magnalonga, passeggiata enogastronomica alla scoperta delle tradizioni

2' di lettura
1229

Un fiume variopinto di persone che sfidano il cielo imbronciato del mattino, molti bambini, tanti passeggini, famiglie e gruppi di amici immersi nel verde, nella storia, nella natura, nella musica, nei colori e nella cultura.

Tutto questo e molto di più è la Magnalonga, giunta alla 3^ edizione, un’originale passeggiata enogastronomia non competitiva che si svolge a Treia ed è organizzata con maestria dalla Pro Loco. Sono bravi a Treia e lo dimostrano con quest’evento che, nella festa del Primo Maggio, ha richiamato oltre 1500 persone per una camminata che si dipana dal centro storico della bella cittadina maceratese e si snoda tra le campagne tra solidarietà ed attività fisica e le sei, non trascurabili e parecchio attese, tappe per il ristoro, ognuna delle quali ricca di genuini e ricercati prodotti tipici locali.

Si va dai salumi al formaggio ed alla ricotta con miele, ai vincesgrassi che gli organizzatori riescono addirittura a servire caldi a tutti i 1500 partecipanti, al maialino in porchetta, alle ottime fragole ed ai dolci, il tutto innaffiato da vino del territorio e dallo spumante finale. L’itinerario ti riappacifica con te stesso, ti fa apprezzare appieno la natura ed i gruppi musicali folkloristici, tra cui i cromatici Vagamonti, allietano la marcia. C’è poi il risvolto della solidarietà perché parte dei proventi della Magnalonga sono devoluti alla LILT, la Lega italiana per la lotta contro i tumori.

Lungo il percorso si incontrano le bellezze e le peculiarità di Treia a cominciare dal tradizionale gioco del pallone col bracciale cantato in un’ode anche da Giacomo Leopardi, alle tante chiese, ai caratteristici vicoli, alle porte storiche, alle torri, alle mura, alla più bella piazza pensile del mondo da dove si parte per l’avventurosa camminata. Alla fine, un po’stanchi ma felici, si arriva da dove si è partiti, il piazzale della parrocchia S.Ubaldo di Passo di Treia, soddisfatti di quella passeggiata slow di 9 chilometri e di un Primo Maggio diverso all’insegna della natura, della bellezza e della solidarietà.





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 02-05-2014 alle 15:58 sul giornale del 03 maggio 2014 - 1229 letture