counter

Sanità: interrogazione di Busilacchi sulla Stazione Unica Appaltante Marche (SUAM)

Gianluca Busilacchi 1' di lettura 25/03/2014 - “Sono trascorsi due anni dalla approvazione delle legge in aula e la struttura amministrativa non ha ancora dato attuazione al dettato normativo della legge 12/2012 sulla Stazione Unica Appaltante Marche(SUAM). Abbiamo pensato questa legge per rendere più trasparenti e meno costosi i grandi appalti. E' impensabile che ci siano rallentamenti anche per le gare relativi ai toner delle stampanti".

Così il Consigliere regionale del Pd, Gianluca Busilacchi, Presidente della Commissione Salute, si è espresso in merito alla risposta avuta martedi alla sua interrogazione in Consiglio regionale, dall'Assessore Mezzolani.

Busilacchi pur valutando positivamente l'impegno dell'Assessore e della Giunta ha evidenziato la lentezza della macchina amministrativa regionale sull'applicazione della Stazione Unica Appaltante Marche, istituita dalla legge 12/2012, che aveva visto lo stesso consigliere regionale essere tra i primi proponenti.

L'Assessore Mezzolani ha illustrato le principali ragioni riguardanti il ritardo dell'avvio operativo della SUAM, legate fondamentalmente alla complessità delle procedure amministrative relative agli appalti coinvolti. Il consigliere Busilacchi nella sua replica ha ribadito la necessità di rendere pienamente operativa la legge sulla SUAM considerata uno dei fiori all'occhiello di questa legislatura, per consentire la massima trasparenza, efficienza e risparmio che la legge potrebbe consentire qualora pienamente applicata.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 25-03-2014 alle 18:02 sul giornale del 26 marzo 2014 - 790 letture

In questo articolo si parla di politica, marche, Assemblea legislativa delle Marche

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve https://vivere.me/1s5





logoEV
logoEV