counter

Ipotesi di chiusura della Sede Regionale Rai, Mangialardi (Anci Marche): 'Profondamente sbagliata'

maurizio mangialardi (anci marche) 1' di lettura 22/03/2014 - E’ di questi giorni la notizia che tra le ipotesi di razionalizzazione della spesa pubblica per conseguire obiettivi di risparmio figurerebbe anche l’ipotesi della chiusura delle sedi regionali Rai, da sostituire con un’ipotesi di gestione centralizzata dell’informazione televisiva sui territori.

"Francamente giudico questa ipotesi profondamente sbagliata" - ha detto il presidente di Anci Marche Maurizio Mangialardi.

"L’informazione radiotelevisiva garantita in questi anni dalla RAI nei territori regionali è stata ed è un servizio pubblico essenziale, capace di raccontare in maniera capillare la vita delle comunità locali, di interpretarne i bisogni, di dar voce alle loro speranze. Tutto questo vale in misura ancora più accentuata per le Marche, regione plurale per definizione, dove il TG regionale ha sempre svolto in maniera efficace la propria funzione di pubblico interesse, favorendo la crescita di una comune identità sociale e culturale del nostro territorio" - aggiunto.

"Rubriche come il TG itinerante mandate in onda dalla redazione marchigiana della RAI, tanto per citarne una, hanno contribuito a far conoscere le Marche ai marchigiani mettendo in evidenza le nostre tante eccellenze. Per tutti questi motivi l’informazione RAI regionale rappresenta un patrimoni prezioso che non possiamo permetterci di perdere e deve essere curata da coloro che lavorano ed operano nel nostro territorio" - ha concluso il presidente di Anci Marche






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 22-03-2014 alle 15:53 sul giornale del 24 marzo 2014 - 1064 letture

In questo articolo si parla di maurizio mangialardi, politica, Anci Marche

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve https://vivere.me/1kk





logoEV
logoEV