counter

Castelbellino: violenza sessuale, il ragazzo si difende 'Lei era consenziente'

Violenza sulle donne 1' di lettura 23/03/2014 - Parla il ragazzo accusato di aver sequestrato e violentato una giovane di Osimo.

Nella giornata di venerdì 21 marzo, di fronte al Gip del tribunale di Ancona, dott. Pallucchini, il 31enne di Castelbellino si è difeso sostenendo che la ragazza, che conosceva, ha trascorso con lui l'intera mattinata al mare a Portonovo, per poi consumare un rapporto ad Osimo, spostarsi nello jesino per mangiare una pizza insieme a casa sua. Ci sarebbe stato, sempre secondo il ragazzo, un diverbio e sarebbero volati schiaffi. Ma, insiste, non ha sequestrato o violentato nessuno perché lei era d'accordo.

La versione fornita dal giovane non coincide con quella degli inquirenti, secondo i quali il diverbio sarebbe nato proprio quando il giovane avrebbe preteso qualcosa da lei e al suo rifiuto si sarebbe consumata la violenza iniziata ad Osimo e proseguita a casa sua a Castelbellino. Proprio lì, grazie ad un sms di aiuto inviato dalla ragazza, è avvenuto il blitz dei carabinieri di Jesi e Osimo per sottrarla al suo aggressore e arrestare il giovane.


   

di Cristina Carnevali
redazione@viverejesi.it





Questo è un articolo pubblicato il 23-03-2014 alle 16:47 sul giornale del 24 marzo 2014 - 1214 letture

In questo articolo si parla di jesi, violenza, castelbellino, violenza sessuale, violenza sulle donne, violenza di genere, cristina carnevali

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve https://vivere.me/1lD





logoEV
logoEV