counter

Quando l’amante si chiama “Slot”, a salvare la coppia ci pensa il Levitra

New Slot, ludopatia 3' di lettura 18/03/2014 - Giocare d’azzardo fa male al sesso. Non è un bluff, cari signori: gli uomini avvezzi al gioco d’azzardo vanno incontro a seri problemi di impotenza. Uno studio dell’Associazione Andrologi Italiani condotto recentemente su un campione di uomini e donne dediti al gioco da più di un anno, ha evidenziato come questi individui soffrissero anche di disturbi sessuali da almeno 6 mesi.

I meccanismi che stanno alla base del rituale del gioco d’azzardo e quello del sesso sono molto simili, in quanto, “in entrambi i casi, – spiega l’analista del comportamento Raffaella Longo – il piacere non è dato unicamente dal raggiungimento dell’obiettivo (orgasmo e vincita), quanto è il rituale stesso che rappresenta la fonte dell’appagamento”. In parole semplici: quando una persona gioca d’azzardo, trova nel gioco una fonte di appagamento simile a quello che riceverebbe facendo del (più sano) sesso e, di conseguenza, non manifesterebbe altre pulsioni.

Questa situazione, almeno teoricamente, regge se si considera l’individuo a se stante. Quando l’uomo, volente o nolente, è obbligato ad interagire all’interno di una dimensione di coppia, la prospettiva cambia. Non si tratta più di fare i conti unicamente con il proprio piacere e, a questo punto, sono evidenti i problemi che accompagnano la possibilità di avere un atto sessuale appagante: non a caso, eiaculazione precoce o impotenza sono le disfunzioni erettili maschili per eccellenza che, avendo anche una componente psicologica importante, sono responsabili dell’insoddisfazione della coppia.

Tuttavia, nulla è perduto: premesso che, soprattutto nei rapporti di coppia stabili, il primo passo da fare è quello di superare l’imbarazzo e condividere i propri pensieri ed i propri dubbi con la partner, è poi consigliabile affidarsi al supporto di una terapia farmacologica mirata a risolvere il problema dell’impotenza.

I farmaci attualmente in commercio per la cura dell’impotenza si rivelano spesso risolutivi e di grande aiuto. Ognuno di essi agisce grazie ad uno specifico principio attivo: ad esempio, Levitra è a base di vardenafil, una molecola che ripristina la funzione erettile impedendo il rilassamento del tessuto spugnoso del pene. Per poter essere efficace e consentire l’erezione, è però necessaria la stimolazione sessuale.

Acquistare il trattamento in una farmacia tradizionale o acquistare Levitra online è indifferente e altrettanto sicuro (maggiori info qui). Spesso, chi soffre di impotenza preferisce affidarsi ad internet, per evitare di doverne parlare con il proprio medico: se si è reso conto che la sua condizione di impotenza è una patologia vera e propria e ha deciso di affrontare una terapia mirata per combatterla, ha già compiuto un grande passo avanti ed è un uomo consapevole dei benefici che otterrà dai farmaci.

Infine, una considerazione: lo specialista che prescrive queste terapie consiglia inoltre di abbinare uno stile di vita ed una dieta sani. Se vogliamo risolvere il problema dell’impotenza, è bene tenere presente che lo stile di vita “sano” include una serie di rinunce e potrebbe essere la volta buona per disintossicarsi, una volta per tutte, anche dal vizio del gioco.


   

di Redazione





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 18-03-2014 alle 12:21 sul giornale del 19 marzo 2014 - 950 letture

In questo articolo si parla di attualità, redazione

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve https://vivere.me/Z5P





logoEV
logoEV