Indesit, Fiom: 'Così non va, accordo di ristrutturazione a rischio'

1' di lettura 05/03/2014 - La RSU FIOM e UILM dello stabilimento di Melano hanno proclamato un'ora di sciopero in assemblea,e un'altra ora di sciopero articolato durante la giornata.La decisione è stata presa a fronte dell'ennesima azione unilaterale dell'Azienda,relativa all'organizzazione del lavoro e premi Aziendali.

Abbiamo già espresso la nostra contrarietà rispetto alla scelta Aziendale di riproporzionare il premio di risultato e premio ferie.Inoltre nella giornata di ieri è stata comunicata alla R.S.U. la decisione di modificare l'attuale organizzazione del lavoro che comporterà un aumento del ricorso alla cassa integrazione,un peggioramento delle condizioni lavorative,un forte aggravio dei carichi di lavoro in quanto una linea di montaggio dovrà produrre 14 piani cottura in più rispetto ad oggi ma addirittura con una persona in meno in linea di montaggio.

Tutto questo a fronte di minor salario rispetto all'anno precedente.A maggior ragione se aggiungiamo che questa operazione verrà fatta su un prodotto che verrà delocalizzato nello stabilimento Casertano riteniamo ancora più irrazionale e inammissibile tale forzatura. L'Azienda ripristini le normali relazioni sindacali o si assuma la responsabilità delle iniziative di conflitto e di protesta da parte dei lavoratori.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 05-03-2014 alle 13:43 sul giornale del 06 marzo 2014 - 1042 letture

In questo articolo si parla di lavoro, fabriano, indesit, Fiom-Cgil

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/ZrL





logoEV