counter
SEI IN > VIVERE MARCHE > SPORT
articolo

Basket: Adecco Gold, la Fileni BPA Jesi supera l’Aquila Trento

5' di lettura
1730

Prestazione non brillante dell'ex Elder

La Fileni BPA compie un passo importante verso la salvezza, battendo la capolista Aquila Trento.

La squadra di Coen ha interpretato il match come meglio avrebbe potuto, gli arancioblù hanno infatti sopperito a quello che era il più grande rischio, subire i rimbalzisti ospiti, mordendo su ogni pallone a disposizione dei trentini, non a caso la partita è stata decisa da un recupero difensivo di Santiangeli a 18” dalla sirena.

In casa jesina si è rivisto Goldwire fare qualche esercizio di atletica e provare un po’ di corsa; forse lo rivedremo in campo dopo la sosta. Stasera deve accontentarsi di vedere il match dagli spalti, in quanto inspiegabilmente gli arbitri, prima dell’inizio, hanno fatto allontanare sia lui che Rocca, che avevano trovato posto in una zona neutra del campo.

La Fileni BPA parte con buona intensità, dopo il vantaggio di Pascolo che alla fine sarà il migliore dei suoi, il primo centro dei locali è di Jukic, ancora Pascolo per il 4-2, poi due canestri di Maggioli, che sovrasta fisicamente Baldi Rossi e una tripla di Migliori, valgono il +5 (9-4 a 7’45”), accorcia capitan Forray, poi, mattone su mattone la squadra di Coen arriva a costruire un massimo vantaggio di 13 lunghezze, 26-13 a 2’34”. E’ il momento migliore per la squadra di casa, che sta tirando con buone percentuali. Si va al primo riposo sul 28-17, con la squadra di Buscaglia che quanto meno porta lo svantaggio sotto alla doppia cifra. La differenza la fanno le percentuali al tiro, il 65% totale di Jesi contro il 30% di Trento. Triche è ancora fermo a quota 2, Elder, temuto ex a quota 3.

Qualcosa di sostanziale cambia nel secondo quarto, che si apre comunque con una tripla di Migliori; Triche entra piedi e mani nel match, ma è soprattutto Spanghero a colpire duro, con undici punti complessivi in questo periodo. Jesi continua a soffrire a rimbalzo. Alla seconda tripla di Spanghero la partita torna in equilibrio, 33-32 a 6’08”. La Fileni non riesce più ad allungare, subisce anzi il pareggio subendo la terza tripla di Spanghero (ancora lui…). Mancano 2’22” al riposo lungo, il tabellone dal pala Triccoli segna il 39-39. Ci mette subito la zampa Migliori, 42-39, poi il connazionale Forray accorcia di nuovo, 42-41 a 1’15”. Si va al riposo sul 46-45.

Cinque punti di Santiangeli (tripla) e Borsato portano la Fileni BPA sul +7, alla ripresa del gioco, ma a 5’44” ancora una sola lunghezza di vantaggio per la squadra di Coen, dopo il 2/2 di Triche in lunetta e il canestro di Baldi Rossi. Hoover, poco utilizzato nei primi due quarti, trova il modo di riportare Jesi sul +7, 62-55 a 3’53”, poi migliori colleziona il secondo antisportivo della sua squadra – un paio di minuti prima era toccato a Jukic, Forray sfrutta la situazione mettendo 4 punti (2/2 dalla lunetta e penetrazione nel successivo possesso). La squadra di Coen non si scompone più di tanto, anzi, con Hoover che colpisce ancora pesante, si porta sul 68-61 a 1’20”.
Subito dopo arriva il quarto fallo di Baldi Rossi, che Migliori sfrutta portando la sua squadra al suo massimo vantaggio, dopo il riposo, 69-61, ma due liberi di Spanghero e un canestro del solito Pascolo, mandano le squadre all’ultimo mini riposo sul 69-65. Trento parte esce molto bene dalla pausa e con quattro punti, Pascolo e Triche a segno, impatta, 69-69 a 8’33”. A 5’08” dalla fine per la Fileni BPA sembra l’allungo decisivo, quando Maggioli porta i suoi sull’ 81-73.

Non è fatta, anzi, l’Aquila torna a volare, un 9-0 consecutivo la porta sul punteggio di 83-82 a 1’34”. Una sola lunghezza da recuperare, con una eternità da giocare. Ma quando Maggioli, a 1’12” dal temine segna il canestro del +3 (85-82) e soprattutto quando nell’azione successiva Borsato conquista il rimbalzo sull’errore di Lechtaler, sembra fatta, ma Migliori rischia la frittata, perdendo palla in attacco a 25” dalla sirena. Lo stesso Migliori va a commettere fallo su Baldi Rossi, che dalla lunetta mette i due liberi. 85-84 e time-out per Coen.
Sulla rimessa Trento concede appena 4” di possesso, mandando il lunetta Hoover che, fatto più unico che raro, mette a segno un solo libero. Sull’attacco palla affidata a Triche, sul quale Santiangeli mette in atto una grande difesa, strappandogli la palla dalle mani. Palla a Maggioli sull’altro fronte, Pascolo si sacrifica commettendo il suo quinto fallo, ma neanche a Maggioli riesce il 2/2 dalla lunetta. La squadra di Buscaglia ha 3” a disposizione per l’ultimo attacco, ma la Fileni BPA difende bene, chiude tutti gli spazi e la palla arriva sul mezzo angolo, dove Baldi Rossi non può che tentare un inutile tiro da 2, che finisce corto.

FILENI BPA JESI-AQUILA TRENTO 87-84

Fileni BPA Jesi: Maggioli 19, Borsato 16, Fallucca, Jukic 10, Esposito n.e., Bonfiglio n.e., Santiangeli 14, Hoover 10, Migliori 18, Di Giuliomaria. All.: Coen.

Trento: Triche 20, Pascolo 20, Baldi Rossi 12, Forray 10, Fiorito n.e., Molinaro n.e., Valer n.e., Elder 3, Lechtaler 2, Spanghero 17. All.: Buscaglia.

Arbitri: Nicolini, Lestingi, Tallon.

Parziali: 28-17; 46-45; 69-65.

Spettatori: 2.333



Prestazione non brillante dell'ex Elder

Questo è un articolo pubblicato il 02-03-2014 alle 22:23 sul giornale del 03 marzo 2014 - 1730 letture