counter

Civitanova: frode fiscale da 6 milioni di euro, denunciato il licenziatario italiano di un noto marchio di moda

Guardia di finanza 1' di lettura 26/02/2014 - La Guardia di Finanza, al termine di una complessa attività investigativa, ha scoperto a Civitanova una frode fiscale da 6 milioni di euro con esportazione di capitali a San Marino.

Il licenziatario italiano di un noto marchio nazionale di abbigliamento e calzature, ora denunciato, per aumentare i prezzi utilizzava un meccanismo basato sulla fraudolenta interposizione di due società di San Marino (strumentali nella frode), per gli acquisti effettuati in Cina.

Con questa triangolazione, tra Cina, San Marino e Civitanova, l'azienda italiana da un lato faceva lievitare i costi per ottenere un consistente indebito risparmio delle imposte dovute in Italia e dall'altro poteva trasferire illecitamente capitali all'estero.

Ad esempio un articolo acquistato dalla Cina al prezzo di 36, 79 euro veniva fatto passare per San Marino dove il valore lievitava a 103 euro.

Pertanto il licenziatario è stato denunciato alla Procura della Repubblica del Tribunale di Macerata che ha disposto il sequestro preventivo di beni e denaro fino alla somma evasa.






Questo è un articolo pubblicato il 26-02-2014 alle 23:34 sul giornale del 27 febbraio 2014 - 1374 letture

In questo articolo si parla di cronaca, guardia di finanza, Sudani Alice Scarpini, frode fiscale

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/Y9W