counter

Nuova legge sulla Polizia Locale, Zaffini: 'Troppo buonista. Dal testo tolta la parola 'sicurezza''

Roberto Zaffini Consigliere Regionale Lega Nord 1' di lettura 12/02/2014 - Dalla legge sul riordino della Polizia Locale, approvata martedì 11/02/2014 in aula dal Consiglio Regionale, è stata tolta la parola più importante: sicurezza.

Nella discussione in aula, sono stati bocciati tutti gli emendamenti più importanti che avrebbe reso la legge più efficace in termini appunto di sicurezza e sicuramente più appropriata per i tempi che stiamo vivendo.

E' una legge che disciplina fondamentalmente l'organizzazione della polizia locale con la costituzione di comitati tecnici consultivi, con l'attivazione di corsi di formazione, che ben vengano, ma non è stato introdotto nulla nell'interesse dei cittadini.

Non è stata presa in considerazione la collaborazione con le guardie giurate, che nella sola provincia di Pesaro Urbino dispongono di 25/30 mezzi e avrebbero potuto apportare un cospicuo aiuto soprattutto nelle ore notturne.

Bocciato l'emendamento per la costituzione di un corpo speciale composta da appartenenti alla Polizia Locale appositamente selezionati per prestanza fisica da impiegare nelle ore notturne quale deterrente contro bullismo, azioni vandaliche, violenze. Questa legge accontenta quei vigili che prediligono la parte burocratica rispetto al controllo e alla presenza sul territorio.

Le frecce che trafiggono San Sebastiano (scelto come Patrono dei vigili) rappresentano quegli atti criminali subiti dai nostri cittadini.


da Roberto Zaffini
Consigliere Regionale





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 12-02-2014 alle 17:48 sul giornale del 13 febbraio 2014 - 1421 letture

In questo articolo si parla di regione marche, politica, marche, lega nord, roberto zaffini, consigliere regionale

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/YpP





logoEV
logoEV