counter
SEI IN > VIVERE MARCHE > ATTUALITA'
comunicato stampa

Regionale Veloce 2136 per Piacenza, Utp: '9 volte su 10 in ritardo, grave disservizio'

1' di lettura
1616

Antonio Bruno
Sistematicamente almeno 9 volte su 10 parte con ritardo variabile fra i 5 ed 20 minuti a causa dell'IC 612 proveniente da Lecce e diretto a Bologna che d'orario dovrebbe partire da Ancona alle ore 16.36.

Venerdì, 20 dicembre, l'InterCity viaggiava con circa 16 minuti di ritardo ed è partito da Ancona alle ore 16.53, quindi con 17 minuti di ritardo. Il Dirigente Responsabile del Movimento ha tenuto fermo il Regionale fino alle ore 16.56 facendolo partire con ben 16 minuti di ritardo per dare la precedenza all'InterCity. Cosa semplicemente assurda, perchè le scriventi vorrebbero dire a questa persona che la precedenza dell'InterCity su Regionale, visti i tempi di percorrenza, poteva essere spostata addirittura anche a Senigallia, in quando il Regionale d'orario, da Falconara Marittima - altra stazione abilitata alle precedenze - sarebbe partito alle ore 16.49, ossia quattro minuti prima della partenza da Ancona dell' InterCity.

Nei prossimi giorni le scriventi associazioni si muoveranno con una sonora protesta verso i Responsabili che hanno redatto questo orario ed anche confermato con quello entrato in vigore lo scorso 15 dicembre.

La protesta più vibrante andrà al Responsabile del Servizio Movimento di Ancona che ha agito senza nessuna logica rispettando ortodossamente il Regolamento che dice che gli IC debbano avere la precedenza sui Regionali. Qui potremmo essere d'accordo solo se i tempi di percorrenza per arrivare alla prima stazione abilitata alle precedenze, nel nostro caso Falconara Marittima, fossero di molto inferiori al ritardo del treno con diritto di precedenza.

Per ora mi fermo qui, ma ci sarebbe molto altro da dire.


Antonio BRUNO
Segretario Provinciale UTP Marche
e Responsabile Dipartimento Trasporti
ACU MARCHE



Antonio Bruno

Questo è un comunicato stampa pubblicato il 20-12-2013 alle 22:31 sul giornale del 21 dicembre 2013 - 1616 letture