Anpas: 'Senza esito l’incontro di martedì con la Regione'

Anpas Marche 2' di lettura 19/12/2013 - Lo scorso martedì 17 ANPAS e Croce Rossa Italiana sono state convocate presso l’Assessorato regionale. Oltre al Dirigente del Servizio Salute della Region e Marche Gigliucci ed Aletti e Luzi dell’A.R.S., erano presenti i Dirigenti ASUR Carelli e Cacciamani.

Rispetto alle istanze presentate si è trovata una c ondivisione fra le parti per il conguaglio delle sp ese effettivamente sostenute nel 2012 e le modalità di rendicontazione delle stesse per il 2013, rimandando a gennaio la trattazione delle modalità di affidamento del trasporto sanitario, e la concertazione sulla riorganizzazione della Rete Territoriale di Soccorso.

Il documento da sottoscrivere, che doveva essere re datto dalla Regione Marche entro la giornata è giunto (ovviamente) solo nel tardo pomeriggio di mercoledì ; nello stesso giorno, però, si è appreso che l’ASUR appena lunedì 16 dicembre aveva emanato una propria determina, sottoscritta anche da Carelli, che prevede una procedura di affidamento del servizio d i trasporto sanitario tramite una “negoziazione” con le varie AdV e la CRI al fine di selezionare il sogget to da convenzionare. Inutile dire che questo modo di agire, basato sulla assoluta mancanza di trasparenza e sincerità nei rapporti (peraltro incomprensibile, ove riferita ad atti pubblici già emanati) mal si addice ad un tavolo di la voro in cui tutti gli attori dovrebbero tendere a costruire insieme un sistema efficiente ed a basso costo per garantire servizi essenziali a favore del cittadino!

Spiace constatare un tale livello di attendibilità degli interlocutori, che certamente non genera quel la tranquillità così necessaria per rimandare ad un pr ossimo futuro quei momenti di confronto già ipotizzati.

Data la ormai riscontrata inaffidabilità nel manten ere gli impegni (in riferimento, ad esempio, alla m ancata attuazione di precedenti accordi già sottoscritti n egli anni 2011, 2012 e lo scorso febbraio 2013) lo scrivente Comitato Regionale ANPAS ha rinnovato formalmente, alla luce degli ultimi indecifrabili atteggiamenti, l’invito perentorio all’accoglimento in toto delle istanze già presentate. Si conferma infine che sino a quando non sarà stato sottoscritto un accordo formale ed impegnativo al di là di ogni riserva, le Associazioni ANPAS continueranno le attività di sensibilizzazione già avviate tram ite il presidio permanente delle associazioni provenienti da tutta la regione Marche, se necessario anche con azioni specifiche verso la popolazione durante le i mminenti festività.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 19-12-2013 alle 18:20 sul giornale del 20 dicembre 2013 - 1050 letture

In questo articolo si parla di attualità, anpas

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/WhV