counter
SEI IN > VIVERE MARCHE >

Riforma della Protezione Civile e problemi, Mangialardi (Anci) chiede il rifinanziamento

2' di lettura
966

maurizio mangialardi anci marche

Le rappresentanze di ANCI Marche, Abruzzo ed Umbria si sono riunite in occasione del Convegno “I Sindaci e le problematiche aperte con la riforma della Protezione Civile”, organizzato nell’ambito della manifestazione Codice Rosso, tradizionale appuntamento di incontri ed approfodimento dedicato alla Protezione Civile in calendario per il 20-21 marzo 2014 ad Ancona.

All'incontro hanno preso parte in rappresentanza dell'Anci Marche, il presidente Maurizio Mangialardi, il segretario Marcello Bedeschi ed il delegato alla protezione civile di Anci Marche Giancarlo Sagramola. Ha partecipato anche Roberto Oreficini, Capo Dipartiemento della Protezione Civile della Regione Marche.

Nel corso dell'incontro Anci Marche ha proposto il rifinanziamento, a partire dall’esercizio finanziario 2014, della legge 388/2000 comma 13, concernente"Disposizioni per la formazione del bilancio annuale e pluriennale dello Stato” che nel recente passato ha consentito la crescita ed il consolidarsi di un sistema di protezione civile in grado di fornire risposte efficienti ed efficaci alle esigenze del territorio sia in situazioni emergenziali sia per le attività di pianificazione, formazione ed informazione alla popolazione. Inoltre è stato proposto un limitato e motivato allentamento del Patto di Stabilità collegato alle attività di protezione civile particolarmente legato al volontariato ed alle sue necessità.

Le conclusioni del convegno sono state curate da Vincenzo Spaziante, Direttore Generale del Dipartimento Nazionale della Protezione Civile.

In calendario ora una fitta serie di incontri di coordinamento per l'organizzazione dell'evento Codice Rosso con un obiettivo chiaro: “Dobbiamo valorizzare il ruolo dei sindaci come attori fondamentali nella Protezione civile, garantire maggiori risorse e consentire una capillare informazione tra i cittadini attraverso corsi di formazione e di aggiornamento ed esercitazioni da organizzare anche tra le scuole” - ha detto Maurizio Mangialardi, Presidente di Anci Marche. “I sindaci – ha aggiunto – devono assumersi le loro responsabilità e farsi carico quotidianamente dei problemi e dei rischi legati al loro territorio" – ha concluso, rimarcando l'assenza di fondi e sottolineando che - "la sicurezza delle persone e dei mezzi richiedono adeguate risorse: non possiamo pensare che la gente possa autofinanziarsi”.



maurizio mangialardi anci marche

Questo è un articolo pubblicato il 13-12-2013 alle 15:57 sul giornale del 14 dicembre 2013 - 966 letture