counter
SEI IN > VIVERE MARCHE > ECONOMIA
comunicato stampa

Residenze protette, Cat Marche: 'Regione e Asur continuano a non pagare per intero le quote 2013'

2' di lettura
875

anziani non autosufficienti

La vicenda delle quote sanitarie delle residenze protette convenzionate per anziani non autosufficienti è la dimostrazione lampante che i diritti di chi non conta valgono nulla. Arrivati alla fine dell’anno l’ASUR, spalleggiata dalla Regione, continua a non pagare quanto prevede la vigente normativa regionale.

Da gennaio 2013 l’ASUR, avrebbe dovuto versare il 50% (33 euro al giorno) del costo giornaliero di un ricovero in una residenza protetta convenzionata per anziani non autosufficienti. Ne continua invece a pagare 29,11, come nel 2012; i 4 euro in meno continuano dunque ad essere impropriamente caricati sulla retta degli utenti e dei loro familiari. Sono circa 1500 euro all’anno che vengono sottratti ai ricoverati che sono costretti a pagare spese sanitarie di competenza del servizio sanitario. Dunque ancora una volta ci si fa beffe dei diritti degli anziani malati che invece di vedersi diminuite le quote a loro carico se le vedono continuamente aumentate.

Il risultato è abbastanza crudele: invece di pagare 33 euro al giorno - solo con standard aggiuntivi si può arrivare a 41.50 - ne pagano nella gran parte dei casi molti di più con tariffe che si avvicinano a 50 euro al giorno. Se poi si ha la sfortuna di non trovarsi nei posti convenzionati (sono oltre 2000 i malati in queste condizioni) le rette possono arrivare fin oltre 70 euro al giorno.

Cifre insostenibili - oltre che illegittime - per la gran parte dei ricoverati.

Così invece di garantire diritti a chi non li ha (40% dei ricoverati) si riducono i finanziamenti obbligatori per il restante 60% (posti convenzionati).

Non si continui a rispondere che la causa di questo è il taglio del fondo sociale nazionale o della riduzione del fondo per le non autosufficienze. Le quote sociali, gli anziani ricoverati le pagano tutte per intero da sempre; ciò che non vogliono pagare, perché è illegittimo porle a loro carico, sono le quote sanitarie di competenza di ASUR e Regione che troppo spesso dimenticano di rispettare le leggi, soprattutto quanto riguardano i deboli.



anziani non autosufficienti

Questo è un comunicato stampa pubblicato il 12-12-2013 alle 18:59 sul giornale del 13 dicembre 2013 - 875 letture