counter
SEI IN > VIVERE MARCHE > POLITICA
comunicato stampa

Legge sulla manutenzione dei corsi d'acqua: il 'si' dell'assemblea legislativa

2' di lettura
1004

pulizia fiumi

In apertura di seduta il Consiglio regionale ha votato alcune modifiche all'ordine del giorno. E' stata inserita d'urgenza la discussione della Proposta di legge "Disposizione in materia di manutenzione dei corsi d'acqua", approvata lunedì (9 dicembre) dalla Giunta regionale e sulla quale la IV Commissione Ambiente e territorio ha espresso parere favorevole martedì mattina poco prima dell'avvio dei lavori consiliari.

Anticipata anche la proposta di legge che istituisce un nuovo comune con la fusione dei comuni di Colbordolo e Sant'Angelo in Lizza. Terminate le comunicazioni sull'ordine dei lavori, l'Aula ha avviato l'esame della risoluzione "La nuova programmazione europea 2014-2020, metodi ed obiettivi per la redazione dei piani e dei programmi regionali". Sottoscritta congiuntamente da tre Commissioni - Politiche comunitarie, Attività produttive, Ambiente e territorio - la risoluzione individua le linee di indirizzo per la programmazione comunitaria dei prossimi sette anni, come ha spiegato il Presidente della VI Commissione Adriano Cardogna (Verdi), introducendo la discussione.

"I prossimi fondi europei saranno indispensabili per lo sviluppo del territorio – ha sottolineato il Presidente Cardogna – Questo documento ha l'obiettivo di tracciare le priorità per valorizzare le risorse della nostra regione, senza dimenticare la tutela dell'ambiente". Secondo il Presidente della III Commissione Fabio Badiali (Pd) "territorio, ambiente e lavoro" sono le parole chiave di questa risoluzione.

"Occorre fare sistema senza produrre sovrapposizioni – ha proseguito Badiali - Non serve spalmare le risorse a trecentosessanta gradi, ma occorre dare delle priorità per creare un sistema trainante di sviluppo". "Vogliamo l'Europa della crescita, delle comunità e dei cittadini. I fondi europei sono le principali risorse pubbliche sulle quali basare lo sviluppo e la valorizzazione dei territori" - ha affermato il Presidente della IV Commissione Enzo Giancarli (Pd) che ha annunciato la presentazione di un emendamento sulle aree urbane.

Le priorità individuate dalle Commissioni e suggerite alla Giunta regionale per procedere nella programmazione comunitaria sono:

prevenzione, adattamento e mitigazione del rischio ambientale, con la messa in sicurezza del territorio, riconoscendo il ruolo fondamentale della residenzialità nei territori marginali

cultura come fattore di sviluppo

sostegno alla imprenditoria che resta sul territorio e che innova

attenzione al programma europeo Horizon che sostiene il settore energetico e delle piccole imprese

sostegno al risparmio energetico e alla produzione di energia rinnovabile

turismo come filiera per la valorizzazione del territorio

sostegno a raccolta, trasformazione e commercializzazione del prodotto agricolo

valorizzazione della filiera produttiva energetica del legno

strategia macroregionale Adriatico-Ionica


Prima della votazione è intervenuto anche l'Assessore alle Politiche comunitarie Paola Giorgi che ha riconosciuto il valore di queste proposte e ha ricordato l'impegno delle istituzioni locali per potenziare il ruolo delle regioni nella programmazione europea. Il documento è stato approvato dall'Aula ad ampia maggioranza.



pulizia fiumi

Questo è un comunicato stampa pubblicato il 10-12-2013 alle 18:07 sul giornale del 11 dicembre 2013 - 1004 letture