counter

Incontro Regione-medici di famiglia: intesa sul futuro della medicina generale

2' di lettura 03/12/2013 - Il presidente della Regione Marche, Gian Mario Spacca e l’assessore regionale alla Sanità, Almerino Mezzolani, hanno incontrato martedì mattina il segretario nazionale della Fimmg (Federazione italiana Medici di medicina generale) Giacomo Milillo e il segretario regionale Massimo Magi.

Al centro dell’incontro, il futuro della Medicina generale delle Marche e le modalità di presenza del Medico di Medicina generale nelle Case della salute. Quindi è stato proficuamente aperto il confronto sul progetto per l’implementazione e lo sviluppo della rete per l’informatizzazione territoriale, sul quale è stata raggiunta l’intesa tra Regione e medici di famiglia. Alla base dell’accordo, la sintonia espressa da tutti i presenti sulla filosofia che ispira il progetto e sul ruolo della Medicina generale nell’ambito della riforma sanitaria regionale in atto.

“L’incontro di oggi (martedì ndr) – sottolinea il presidente Spacca – conferma il metodo, ispirato al confronto più ampio possibile e alla ricerca della massima condivisione, che la Regione Marche ha posto alla base del processo di riforma del servizio sanitario. Una condivisione che guarda a tutti gli attori del sistema, nel quale la rete dei medici di Medicina generale è tassello fondamentale”.

“L’informatizzazione del sistema - dice l’assessore Mezzolani – rappresenta uno strumento strategico che consente di fornire servizi sempre più efficaci e di facilitare l’accesso ad essi da parte dei cittadini marchigiani. Servizi per i quali il supporto dei medici di famiglia è determinante”. In questo senso l’incontro di oggi è giudicato positivo dalla Regione e dalla Fimmg.

Soddisfazione “per aver avuto un confronto concreto nel merito dei problemi” viene espressa dal segretario nazionale Giacomo Milillo. “Un incontro utile – aggiunge – anche in una visione più ampia riferita al sistema sanitario nazionale”.

“Siamo soddisfatti – dice Massimo Magi – per le risposte che sono giunte dalla Regione nel corso dell’incontro. È stata fatta chiarezza sul ruolo che il medico di Medicina generale deve poter rivestire nella sanità regionale e nei suoi futuri assetti, ovvero quello di un libero professionista convenzionato, con determinate caratteristiche e una sua propria specificità. A questa rassicurazione avuta da parte della Regione si è aggiunta la condivisione sul progetto per l’informatizzazione, con un accordo sugli obiettivi e sulla filosofia generale. Ci siamo confrontati su questioni di grande rilevanza, un incontro molto positivo”.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 03-12-2013 alle 16:34 sul giornale del 04 dicembre 2013 - 1021 letture

In questo articolo si parla di attualità, regione marche

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/Vqr





logoEV
logoEV