counter

Ascoli: dopo il diluvio il Piceno riparte. Una settimana di bel tempo, poi il freddo

2' di lettura 03/12/2013 - La giornata di lunedì 2 dicembre è stata drammatica per il Piceno, con frane, allagamenti e ponti che crollano. Tuttavia già in serata, con il miglioramento delle condizioni meteo, sono iniziati i primi segnali di ripresa, con Protezione Civile e Vigili del Fuoco che sono intervenuti laddove la situazione era più critica.

Liberate le strade principali dalla frane che invadevano la carreggiata. Tutti i mezzi a disposizione sono stati messi in azione per ritornare il più presto possibile alla normalità.

Ad Ascoli, fortunatamente, non si è dovuto procedere con l’evacuazione degli abitanti del quartiere Santa Chiara, minacciati da una frana che rischiava di far sprofondare le loro case. La zona è comunque ancora sotto stretto monitoraggio. Viabilità che torna alla normalità sulle principali arterie stradali.

Con Ponte S.Filippo ancora chiuso, il traffico si è addensato soprattutto sulla Circonvallazione. Restano i problemi nelle frazioni, dove si sta lavorando per cercare di ripristinare al più presto il traffico. Situazione simile in provincia, dove i centri abitati più piccoli stanno ricevendo l’aiuto dei mezzi meccanici per spalare il fango che ostruisce le vie di comunicazione.

A Rubbianello, ponte ovviamente ancora chiuso, da valutare quanto servirà per rimetterlo in piedi. Per le famiglie evacuate, si sta cercando di farle rientrare già in serata, tuttavia è ancora difficile fare stime con accuratezza, perché le situazioni sono molteplici ed ognuna ha le sue difficoltà. Per quanto riguarda i fiumi, l’allerta è rientrata. Il livello del Tronto e dell’Aso si è abbassato e anche le dighe sono tornate sotto la soglia d’allarme.

Nei prossimi giorni le previsioni meteo fanno ben auspicare: tempo sereno o poco nuvoloso per il resto della settimana e per il weekend, secondo 3bMeteo. Il freddo dovrebbe arrivare durante il ponte dell’Immacolata, con la cosiddetta rasoiata fredda, ma dovrebbe risparmiare precipitazioni sul Piceno.

Secondo l’esperto di 3bMeteo, Francesco Nucera ‘’Il miglioramento del tempo di metà settimana sarà però seguito, tra sabato 7 e domenica 8, dal passaggio di un rapido impulso freddo che sarà più attivo sui versanti adriatici e al Meridione. Ci sarà occasione per qualche fenomeno nevoso sui rilievi fino a quote di alta collina. Le temperature subiranno un generale calo per via di fredde correnti di Bora e Tramontana’’.

Foto, Saverio Di Simone


di Gabriele Ferretti
redazione@vivereascoli.it
 









logoEV
logoEV