Marangoni: 'Il PD vieta la rateizzazione del bollo auto e tartassa così i bisognosi'

Enzo Marangoni 1' di lettura 02/12/2013 - L'Assestamento di Bilancio votato martedi 26 novembre in consiglio regionale porta strascichi polemici. Il consigliere regionale Enzo Marangoni solleva il caso del bollo auto.

Durante la votazione della proposta di legge n. 373 relativa all'assestamento di bilancio, Marangoni ha presentato un emendamenti sul bollo auto regionale, chiedendo che possa essere pagato, anche in tre rate mensili, per cifre superiori a 150 euro. Attualmente invece la rateizzazione è ammessa solo oltre i 300 euro. Va considerato che oggi, a chi arriva la cartella esattoriale dalla Regione (quella verde per intendersi), oltre al bollo auto arretrato deve pagare una sanzione economica. E' pertanto facile superare i 300 euro e vedersi negata la rateizzazione.

In un periodo di crisi come questo, permettere la rateizzazione di bollette anche sotto i 300 euro sarebbe stato di aiuto per molte persone che sono sempre più impossibilitate a pagare cifre così alte tutte in un solo mese.

L'emendamento di Marangoni è stato respinto dal consiglio regionale con 18 voti contrari e 16 favorevoli. Contrari i voti del PD e dei suoi alleati in regione. Ancora una volta, afferma Marangoni, "il PD conferma quello che è: un partito che a parole dice di tutelare il sociale ma che nei fatti lascia soli i cittadini e li tartassa, negando persino la possibilità di rateizzare". Pertanto, grazie al PD regionale, le cartelle esattoriali dei bolli auto inferiori a 300 euro dovranno continuare ad essere pagate in unica soluzione.



da Enzo Marangoni
Consigliere Regionale
Libertà ed Autonomia - Noi Centro




Questo è un comunicato stampa pubblicato il 02-12-2013 alle 17:50 sul giornale del 03 dicembre 2013 - 976 letture

In questo articolo si parla di regione marche, politica, Enzo Marangoni, bollo auto

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/VnB