Il 13 ottobre appuntamento con la seconda edizione di 'FaiMarathon' nelle Marche

FaiMarathon 9' di lettura 10/10/2013 - Domenica 13 ottobre appuntamento in oltre 90 città italiane con la seconda edizione di “FAIMARATHON – Con il Gioco del Lotto e il FAI, l’unica maratona che si corre con gli occhi”, evento nazionale a cura delle Delegazioni e dei volontari FAI e ideato e realizzato in partnership con Il Gioco del Lotto, a sostegno della campagna di raccolta fondi “Ricordati di salvare l’Italia” attiva dal 7 al 27 ottobre 2013.

Una giornata pensata dal FAI e da Il Gioco del Lotto per coinvolgere gli italiani nella tutela del nostro patrimonio artistico e culturale e nel sostegno alle attività della Fondazione. La FAIMARATHON è una passeggiata non competitiva, una “maratona culturale” a tappe adatta a persone di tutte le età che nella prima edizione del 2012 ha visto più di 25.000 partecipanti. L’iniziativa è nata con l’intento di far riscoprire agli italiani, attraverso interessanti e curiosi itinerari, quanti sorprendenti tesori si nascondono tra i luoghi della loro vita quotidiana: siamo così abituati a vivere nel Paese più bello del mondo che spesso ci dimentichiamo che l’Italia è un grande museo a cielo aperto. Per far riflettere sul tema della campagna di raccolta fondi del FAI – rivolta alla messa in sicurezza del nostro territorio - nei percorsi di alcune città si terranno anche visite a monumenti o siti paesaggistici in stato di abbandono.

Nelle Marche verranno organizzati 8 itinerari FAIMARATHON - da Ascoli Piceno a Osimo (AN), da Fabriano (AN) a Jesi (AN), da Senigallia (AN) a Montegiorgio (FM), da San Severino Marche (MC) a Fano (PU) (vedi elenco tappe a seguire) - che toccheranno luoghi di interesse artistico, paesaggistico e sociale che rappresentano l’identità del territorio, la sua storia, le sue tradizioni: frammenti di città che fanno parte della nostra vita, spesso troppo frenetica per permetterci di conoscere ciò che ci circonda. Ad esempio a Osimo (AN), l’itinerario comprende un luogo di grande fascino, ma purtroppo in stato di degrado e abbandono: la Fonte Magna, un ninfeo del I secolo, ovvero una costruzione con nicchie e prospetto a colonne che ospita al centro una fontana. Luogo del cuore dei cittadini marchigiani, la Fonte Magna è anche un sito di grande interesse archeologico nazionale.

MODALITA’ DI PARTECIPAZIONE

E’ possibile avere informazioni ed iscriversi alla FAIMARATHON:
- sul sito www.fondoambiente.it e sulla pagina Facebook dedicata alla FAIMARATHON
- presso le Delegazioni FAI in tutta Italia nei tempi e con le modalità indicate sul sito;
- scaricando sul proprio smartphone la APP dedicata, con tutte le indicazioni relative ai percorsi, ai luoghi e agli orari di partenza, fotografie, condivisione social e tanti approfondimenti sull’iniziativa;
- il giorno della manifestazione prima della partenza presso i banchi FAI.

Quote di partecipazione:
- Adulto: contributo minimo a partire da 6 Euro, per gli iscritti FAI da 5 Euro
- Coppia o famiglia: contributo minimo a partire da 10 euro, per gli iscritti FAI da 8 Euro
- Gratis per chi si iscrive o rinnova al FAI in piazza

Le “maratone culturali” si terranno anche in caso di condizioni meteo avverse. Verificare sul sito prima della partenza che non ci siano stati cambiamenti o variazioni di programma dovuti a cause di forza maggiore. A tutti i partecipanti verrà distribuito un kit con zaino, pettorina, itinerario della maratona, cartolina per segnare le tappe effettuate, biglietto d’ingresso omaggio in uno dei Beni del FAI e adesivo a sostegno della campagna “Ricordati di salvare l’Italia”. Tutti coloro che completeranno il percorso riceveranno un originale magnete da collezione, ogni anno diverso. In alcuni degli oltre 90 itinerari tra le tappe ci saranno anche luoghi restaurati con i proventi de Il Gioco del Lotto, come disposto dalla legge 23 dicembre 1996, n.662; dal 1998 al 2012 sono stati infatti realizzati oltre 600 progetti di conservazione e tutela del patrimonio artistico nazionale per un investimento totale di oltre 1 miliardo e 700 milioni di euro. Inoltre nelle dieci città rappresentative delle Ruote del Lotto (Milano, Roma, Torino, Venezia, Cagliari, Napoli, Palermo, Bari, Firenze, Genova) la maratona sarà arricchita da un’iniziativa riassunta nel claim “Io LOTTO per un’Italia più bella. Tu che FAI?”. Tutti i partecipanti delle dieci città potranno, infatti, esprimere le loro idee sulla salvaguardia del patrimonio artistico e culturale italiano personalizzando con una loro frase una speciale pettorina consegnata all’iscrizione alla maratona.

Il Gioco del Lotto è legato all’arte e alla cultura da oltre 500 anni. Già a fine Seicento, infatti, Papa Innocenzo XII autorizzò a riversare nelle casse dell’erario parte delle entrate del Gioco del Lotto per realizzare il completamento di palazzo di Montecitorio, l’attuale sede della Camera dei Deputati italiana. Da allora, l’impegno concreto e multiforme del Gioco del Lotto, rivolto a preservare e valorizzare il patrimonio artistico e culturale italiano, non è mai venuto meno. Lottomatica, attraverso Il Gioco del Lotto, sostiene importanti avvenimenti culturali, dalle grandi mostre alle Scuderie del Quirinale al Festival Internazionale del Film di Roma, al Teatro dell’Opera di Roma. Ed è nel solco di questa pluricentenaria tradizione che si inserisce la partnership con il FAI. Il FAI ringrazia Il Gioco del Lotto, che in qualità di partner ha permesso di dare vita in oltre 90 città italiane alla seconda edizione di FAIMARATHON, e Ferrarelle che ha donato l’acqua per l’iniziativa. Con il Patrocinio del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo e di RAI Segretariato Sociale. Grazie a Province, Comuni, Soprintendenze, Università, Enti Religiosi, le Istituzioni Pubbliche e Private, ai privati cittadini e a tutte le aziende che hanno voluto appoggiare la Fondazione, oltre alle 116 Delegazioni (46 Gruppi FAI e 45 Gruppi FAI Giovani) e ai 2000 volontari che con il loro lavoro capillare e la loro collaborazione rendono possibile l’evento.

Elenco itinerari e tappe FAIMARATHON nelle Marche

Ascolo Piceno
Passeggiata tra arte e natura
Partenza da Piazza Arringo
Domenica 13 ottobre, dalle ore 10.30 (partenze scaglionate fino alle ore 17.00)
Arrivo a Lo scheletro del Duomo. Lastra tombale
Durata indicativa: 1 ora e 30 minuti
Tappe: 10
Piazza Arringo
Un piedistallo rimasto senza il monumento – Giardino di Palazzo dell’Arengo
Una Statuina della Madonna in una nicchia sopra il portone. Opera del Giosafatti - Edicola FAI
Scalone d’onore di Palazzo Sgariglia
Ceramica e ferro battuto: il fascino nascosto della città in via Capitolina
Villino Liliana, lo stile liberty in un tessuto urbano antico
Chiesa circolare della Madonna del Ponte, dove le rondini costruiscono ancora i nidi di creta - Ponte Cartaro
La Cartiera Papale dove un tempo si sentiva anche…lo stridor di mulini e di gualchiere di carducciana memoria…
A spasso lungo il torrente Castellano
Lo scheletro del Duomo. Lastra tombale.

Osimo (AN)
Partenza da Piazza Boccolino, Cortile Comunale
Domenica 13 ottobre, dalle ore 10.00 (partenze scaglionate ogni trenta minuti fino alle ore 15.00)
Arrivo a Piazza Dante
Durata indicativa: 40 minuti
Lunghezza percorso: 2 km
Tappe: 6
Piazza Boccolino, Cortile Comunale
Porta Musone e Fonte di Porta Musone
Porta San Giacomo
Fonte Montecesa o del Borgo
Fonte Magna - tappa di degrado
Piazza Dante

Fabriano (AN)
Partenza da Museo della Carta e della Filigrana, Largo Fratelli Spacca
Domenica 13 ottobre, dalle ore 10.00 (partenze scaglionate fino alle ore 17.30)
Arrivo a Chiesetta del Crocifisso
Durata indicativa: 2 ore
Lunghezza percorso: 4 km
Tappe: 7
Museo della Carta e della Filigrana
Monastero di Santa Margherita, ordine delle Benedettine
Chiostro della Madonna del Buon Gesù
Monastero di San Luca, ordine delle Benedettine
Monastero delle Cappuccine
Chiesa del Sacro Cuore
Chiesetta del Crocifisso

Jesi (AN)
Partenza da Piazza della Repubblica
Domenica 13 ottobre, dalle ore 10.00 (partenze scaglionate fino alle ore 11.30)
Arrivo a Teatro Pergolesi
Durata indicativa: 2 ore e 30 minuti circa
Lunghezza percorso: 1,6 km
Tappe: 7
Piazza della Repubblica
Palazzo Comunale-Gabinetto del Sindaco
Palazzo Franciolini–Studio del notaio Emanuela Corinaldesi
Liuteria classica di Giuseppe Quagliano
Farmacia Comunale – Tappa di degrado
Palazzo Mancinelli – Studio odontotecnico Giacomo Tarsetti
Teatro Pergolesi

Senigallia (AN)
Dagli splendori cinquecenteschi della corte di Urbino alla rigorosa geometria settecentesca del Cardinal Lambertini
Partenza da Pescheria del Foro Annonario, Foro Annonario
Domenica 13 ottobre, dalle ore 10.00 alle 12.30 – dalle ore 15.00 alle ore 16.30
Arrivo a "Musinf - Paesaggio nella fotografia"
Durata indicativa: 1 ora e 30 minuti
Lunghezza percorso: 1,8 km
Tappe: 7
Pescheria del Foro Annonario
Rocca Roveresca (sotterranei)
Palazzo del Duca (sala del Trono)
Portici Ercolani
Piazza Garibaldi
"Cattedrale e Sarcofago di San Gaudenzio"
"Musinf - Paesaggio nella fotografia"

Montegiorgio (FM)
Partenza da Chiesa di S. Francesco, Colle di Cafagnano o Colle del “Pincio”
Domenica 13 ottobre, dalle ore 9.00 (partenze scaglionate fino alle ore 12.00)
Arrivo a Scarpata del Parco della Rimembranza
Durata indicativa: 2 ore e 30 minuti
Lunghezza percorso: 1 km
Tappe: 11
Chiesa di S. Francesco
Ex sede comunale (Convento di S. Francesco) e Scalone Panfili
Chiesa di S. Giacomo - Contrada Sant'Andrea
Chiesa di S. Andrea
Teatro Alaleona
Chiesa di S. Agostino e annessi Chiostro e Cappella
Portale (o Arco del 300)
Palazzo Passari e Museo Orsolini
Chiesa di S. Giovanni Battista e S. Benedetto
Chiesa di S. Michele
Scarpata del Parco della Rimembranza - tappa di degrado

San Severino Marche (MC)
Partenza da Area Archeologica di Settempeda - Santa Maria della Pieve, SS 361 km2
Domenica 13 ottobre: mattina dalle ore 14.00 (partenze scaglionate fino alle ore 15)
Arrivo Santuario S. Severino Vescovo
Durata indicativa: 3 ore
Lunghezza percorso: 5 km
Tappe: 11
Area Archeologica di Settempeda - Santa Maria della Pieve
Villa Collio
Complesso Monumentale di San Domenico
Teatro e Palazzo Comunale
Pitturetta
Pinacoteca Civica
Basilica San Lorenzo in Doliolo
Fonte Sette Cannelle
Conventi: S. Teresa - S. Chiara
Museo Archeologico
Santuario S. Severino Vescovo

Fano (PU)
Corti e Giardini dei palazzi nobiliari di Fano
Partenza da Corte Malatestiana, Piazza XX Settembre
Domenica 13 ottobre: mattina dalle ore 10.00 (partenze scaglionate fino alle ore 12.00)
Arrivo Palazzo Alavolini
Durata indicativa: 40 minuti
Lunghezza percorso: 3 km
Tappe: 10
Corte Malatestiana
Palazzo Montevecchio
Palazzo Rotati
Palazzo Gabrielli
Palazzo Castracane
Palazzo Bracci
Palazzo Damiani
Palazzo Borgogelli
Palazzo Alavolini
Palazzo de Pili








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 10-10-2013 alle 18:45 sul giornale del 11 ottobre 2013 - 2598 letture

In questo articolo si parla di attualità, fano, jesi, osimo, senigallia, fabriano, ascoli piceno, san severino marche, marche, montegiorgio, Fondo Ambiente Italiano, FaiMarathon

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/SVI





logoEV
logoEV