counter
SEI IN > VIVERE MARCHE > POLITICA
comunicato stampa

In quarta Commissione la proposta di legge ad iniziativa popolare sul governo del territorio

2' di lettura
1781

Assemblea legislativa delle Marche

Si è svolto giovedì 26 settembre in quarta Commissione Ambiente (presieduta da Enzo Giancarli) un nuovo incontro, dopo quello del luglio scorso, con i presentatori della proposta di legge ad iniziativa popolare in materia di “Tutela del paesaggio, sviluppo ecocompatibile e governo partecipato del territorio regionale”.

Si è trattato dell'audizione ufficiale, che ha visto la partecipazione di tantissimi soggetti, dalla Confartigianato Marche alla Confindustria Marche, agli ordini professionali degli ingegneri, degli architetti, dei geologi, dei geometri, all'Anci con la Dott.sa Topi e il Vice Presidente regionale Brandoni, all'Upi Marche con l'architetto Bugatti, alle Associazioni ambientaliste e di categoria.

Nel corso dell’audizione, sono emersi con chiarezza i principi fondativi dell’iniziativa popolare, cioè l’identificazione del Paesaggio come Bene comune; l’esigenza, assieme all’urgenza, della limitazione del consumo del suolo; la partecipazione collettiva, attiva, responsabile ed informata dei cittadini al processo di formazione delle leggi che riguardano interessi comuni; il deciso “stop” ai piani regolatori comunali, al fine di superare stretti limiti di progettualità, per dare spazio a piani intercomunali strutturali o “d’area vasta”.

La proposta di legge popolare è frutto dell’azione di coinvolgimento di ampi settori della comunità regionale da parte del Forum Paesaggio Marche (FPM), (rappresentato questa mattina tra gli altri, dall'Arch. Picciafuoco, dall'Arch. Massetani e dalla Dott.sa Gobbi) il quale ritiene di assoluta importanza che la Regione si doti in tempi brevi di una legislazione di altissimo profilo in materia di governo del territorio e del paesaggio, superando obsoleti approcci urbanistici. Sono emersi anche punti di vista diversi e in alcuni casi anche di contrarietà alla proposta in discussione, sia da parte delle organizzazioni imprenditoriali, ma anche di alcuni ordini professionali.



Assemblea legislativa delle Marche

Questo è un comunicato stampa pubblicato il 26-09-2013 alle 16:02 sul giornale del 27 settembre 2013 - 1781 letture