Fabriano, ex A. Merloni: corteo del lavoratori davanti lo stabilimento

2' di lettura 23/09/2013 - Assemblea e corteo dei lavoratori davanti lo stabilimento della ex A. Merloni nel corso della mattinata di lunedì 23 settembre. Sindacati e lavoratori si sono riuniti alle ore 8:00 presso il parcheggio dello stabilimento di S.Maria e hanno fatto subito partire iniziative di mobilitazione.

Prima si sono riuniti in assemblea, poi i 200 lavoratori di turno sono entrati nello stabilimento per proseguire con le attività lavorative, mentre i 150 operai in Cigs si sono diretti in corteo presso il Municipio di Fabriano per un incontro con il Sindaco Sagramola, chiedendo l'intervento delle istituzioni.

Nel frattempo il Sindaco ha dichiarato su facebook: "Sono vicino a tutti i lavoratori della ex ardo. La situazione è veramente complicata ma è necessario analizzare bene la sentenza ed i suoi effetti. Nel nostro ordinamento ci sono tre gradi di giudizio. Sarà necessario un incontro tra il Ministero, Le Regioni, i Commissari e l'intero tavolo di crisi. Lunedì si lavora poi si procederà con gli incontri e le necessarie iniziative. Salvaguardare il lavoro è il primo obbiettivo".

Anche gli operai dello stabilimento della Gaifana si sono riuniti alle 7:30 per fare il punto della situazione e organizzare un presidio. I sindacati hanno infatti dichiarato: "Siamo pronti e coesi nel dare vita ad una dura battaglia nella quale chiamiamo il sostegno delle istituzioni, a partire da Governo e Regione". Lavoratori e sindacati di Nocera Umbra hanno inoltre richiesto un incontro con Papa Bergoglio, che verrà in visita ad Assisi il prossimo 4 ottobre.

In seguito alla sentenza emessa a favore delle banche, creditrici nei confronti della A. Merloni, i lavoratori esprimono la loro preoccupazione e annunciano iniziative di protesta ''clamorose'' nei confronti delle banche.






Questo è un articolo pubblicato il 23-09-2013 alle 10:57 sul giornale del 24 settembre 2013 - 1625 letture

In questo articolo si parla di attualità, fabriano, merloni, emanuela paoloni