counter
SEI IN > VIVERE MARCHE > ATTUALITA'
comunicato stampa

Sanità: FP CGIL Area vasta 2, assurda la riorganizzazione sanitaria di Ciccarelli. Regione colpevole.

2' di lettura
1202

Fp Cgil

Il 24/07/2013 Ciccarelli ufficializza il “taglio” della struttura sanitaria del Governo Clinico degli Ospedali jesini (con decorrenza 1/09/2013), fondamentale per il completamento del Progetto Ospedale Modello e relativi trasferimenti dei Reparti dal vecchio Ospedale del Viale Vittoria al nuovo Ospedale Carlo Urbani.

E il giorno prima, il 23/07/2013, in qualità di Direttore Generale ASUR Marche, Ciccarelli pubblica la Determina n. 587 dove “taglia” le strutture nelle Aree Vaste. Dichiara Ciccarelli, nella Determina n. 587, di aver svolto la concertazione tra l'ASUR ed i Direttori delle Aree Vaste, la RSU lasciata, come al solito, fuori dal confronto.

Ciccarelli, Direttore Generale ASUR, ha concertato con se stesso in quanto anche Direttore dell'Area Vasta 2. Chissà se Ciccarelli ha avuto difficoltà ad accordarsi con se stesso per assegnare ben 8 strutture complesse (primari) dell'Area Vasta 2 all'ASUR Marche, inutile e sfarzoso apparato burocratico amministrativo, dove non ci sono gli ammalati ricoverati! Proprio così, è ciò che ha scritto Ciccarelli nella sua Determina n. 587!

Sorte toccata solo all'Area Vasta 2, e per “mascherare” il fatto, Ciccarelli ha assegnato all'ASUR anche 1 struttura della “sua” terra d'origine, l'Area Vasta 3 Macerata. E quali sarebbero poi queste strutture complesse? Non si nominano i primari vacanti negli Ospedali e si sopprimono intere strutture sanitarie complesse (ad esempio, solo per la Psichiatria, disposta da Ciccarelli la “chiusura” di ben 7 strutture complesse in tutta la Regione Marche), e si implementa di strutture una inutile ASUR, che andrebbe invece subito soppressa.

Assurdo, come il fatto che la Regione Marche non abbia ancora garantito la nomina del nuovo direttore Area Vasta 2, e continui a tenere ingessato il S.S.R., perdendo tempo, nell'ombra, per verificare la posizione di Ciccarelli, in quanto pensionato dal 1/03/2013, se incompatibile con la carica di direttore di “tutto”, e se eventualmente possano risultare illegittimi gli atti nel frattempo adottati (riforma reti cliniche compresa). Anche tutte queste assurdità verranno poste all'attenzione del Capo dello Stato.



Fp Cgil

Questo è un comunicato stampa pubblicato il 18-09-2013 alle 14:20 sul giornale del 19 settembre 2013 - 1202 letture