counter
SEI IN > VIVERE MARCHE > CRONACA
articolo

Civitanova: attende l'ex moglie sotto casa e la uccide con un coltello da cucina

1' di lettura
2282

Carabinieri di notte

Attende l’ex moglie sotto casa e la uccide con un grosso coltello da cucina. Arrestato un 76enne civitanovese.

Erano circa le 3:15 di martedì quando Graziano Palestini, 76 anni, si è recato sotto casa dell’ex moglie attendendo che la donna uscisse per andare al lavoro. Maria Pia Bigoni, 66 anni, infatti a quell’ora usciva per recarsi al mercato ittico.

Una volta fuori dal portone di via Mameli a Civitanova Marche, la donna è stata assalita dalla furia dell’ex consorte che l’ha scaraventata a terra con forza e colpita con un grosso coltello da cucina sferrandole una serie di fendenti al volto, al torace e alla gola.

Le grida della 66enne, che è crollata a terra esanime, hanno richiamato l’attenzione dei vicini e del fratello che hanno immediatamente allertato il 118 e i carabinieri.

Giunti sul posto i sanitari hanno provveduto al trasporto d’urgenza in ospedale di Maria Pia Bigoni dove però è deceduta poco dopo. Nel frattempo i militari hanno arrestato Graziano Palestini, che non ha opposto resistenza e si è lasciato accompagnare in caserma. In mano, all’arrivo dei carabinieri, aveva ancora il coltello sporco di sangue.

Secondo quanto accertato sul posto dai carabinieri i rapporti tra i due ex coniugi erano pessimi tanto da far pensare a un omicidio annunciato. Infatti il 76enne, arrestato con l’accusa di omicidio volontario aggravato dalla premeditazione, secondo quanto appreso pretendeva dalla vittima 220 mila euro quale presunto risarcimento per una vita di lavoro insieme nel settore ittico. E per questo l’avrebbe minacciata più volte tanto che era destinatario di un provvedimento di divieto di avvicinarsi all’ex moglie.



Carabinieri di notte

Questo è un articolo pubblicato il 18-09-2013 alle 01:04 sul giornale del 18 settembre 2013 - 2282 letture