counter
SEI IN > VIVERE MARCHE > ATTUALITA'
comunicato stampa

Mondavio: inaugurato il ponte sul fiume Cesano, Spacca: entro il 2015 la struttura permanente

2' di lettura
1812

Inaugurato oggi il ponte provvisorio sul fiume Cesano, struttura al confine tra le province di Ancona e Pesaro Urbino nei Comuni di Corinaldo e Mondavio. Grande partecipazione al taglio del nastro, cui hanno preso parte il presidente della Regione Marche, Gian Mario Spacca, il presidente dell’Assemblea legislativa Vittoriano Solazzi, il commissario della Provincia di Ancona, Patrizia Casagrande, il presidente della Provincia di Pesaro Matteo Ricci, il sindaco di Corinaldo Matteo Principi, il collega di Mondavio Federico Talè, il capo della Protezione civile delle Marche, Roberto Oreficini.

Le opere necessarie per il posizionamento del ponte Bailey, ceduto temporaneamente e gratuitamente dalla Provincia Autonoma di Bolzano, hanno determinato una spesa di 460mila euro di cui 80 della Regione Marche.

“Inauguriamo oggi – ha detto Spacca – un’opera importantissima per questo territorio, per i suoi cittadini, per le imprese e per la forte vocazione turistica dei due Comuni interessati. Dopo il crollo del ponte nel 2011 e il cedimento del guado provvisorio successivamente installato nel 2012, tutte le istituzioni, insieme, hanno lavorato intensamente per avere questa infrastruttura. La Regione ha operato con una doppia strategia, una per la realizzazione di una soluzione provvisoria, l’altra per l’intervento definitivo. Oggi salutiamo il completamento e l’apertura della prima. L’impegno per il nuovo ponte definitivo è stato ed è molto forte e nonostante il momento difficile, grazie alla Protezione civile e ai fondi per la calamità che ha colpito questo territorio nel novembre 2012, sono stati reperiti 2 milioni di euro che la Regione mette a disposizione per quest’opera. Un soggetto privato finanzierà la quota mancante, potendo realizzare un impianto per la produzione dell’energia idroelettrica. I tempi? Prevediamo la conclusione dei lavori nel 2015”.

Spacca ha infine sottolineato come il risultato di oggi e quello per la soluzione definitiva siano stati possibili grazie al lavoro di squadra tra tutte le istituzioni coinvolte, con il fondamentale contributo della Protezione civile regionale e con il supporto della Provincia di Bolzano.



Questo è un comunicato stampa pubblicato il 15-09-2013 alle 03:10 sul giornale del 16 settembre 2013 - 1812 letture