counter
SEI IN > VIVERE MARCHE > ATTUALITA'
comunicato stampa

Indesit, Lodolini e Giulietti (PD) incontrano i lavoratori che saranno ricevuti dalla Boldrini

2' di lettura
1411

1425 no Sciopero Indesit

I deputati Lodolini e Giulietti hanno portato il loro saluto, davanti a Montecitorio, ai lavoratori e ai rappresentati sindacali che saranno ricevuti dalla Presidente della Camera Laura Boldrini.

Nei mesi scorsi l'anconetano On. Lodolini e l'umbro On. Giulietti avevano presentato più interrogazioni al Ministero dello Sviluppo economico per sollecitare il Governo ad adottare le misure necessarie per risolvere positivamente la difficile situazione del settore, strategico per le Marche e per il Paese, degli elettrodomestici con particolare riferimento alla situazione dell'ex Antonio Merloni Spa e dell'Indesit Company, alle quali è legato il destino di migliaia di lavoratori e di famiglie di Marche e Umbria.

Proprio lunedì è arrivata una prima risposta del Governo, per mano del Sottosegretario di Stato al Ministero dello Sviluppo economico Claudio De Vincenti che ha annunciato la prossima riunione del tavolo tecnico sulla crisi della Indesit Company. “In seguito all'annuncio dell'azienda di procedere ad una riorganizzazione della Indesit Company con la conseguente riduzione dell'organico in Italia per 1.450 unità, il Ministero dello Sviluppo Economico ha provveduto tempestivamente a prendere contatti con la direzione della società e con le segreterie nazionali delle principali organizzazioni sindacali, al fine di delineare un confronto sulle prospettive industriali del gruppo. - ha affermato il Sottosegretario De Vincenti in risposta alle interrogazioni dell'on. Lodolini e Giulietti – In data 11 giugno il Ministero ha incontrato i sindacati ed ha espresso la forte preoccupazione del Governo per il piano annunciato dall'azienda che, con i tagli previsti, finirebbe per acuire le sofferenze di aree già colpite da una pesante crisi industriale e dal fallimento della Merloni.

Sentite le parti presenti e acquisita la volontà, manifestata dal management Indesit, di non voler abbandonare il Paese, il Ministro ha quindi rivolto l'invito all'azienda a rivedere il piano di riassetto del Gruppo. Si è aperta cosi una nuova fase, grazie anche alla disponibilità del management della società e delle organizzazioni dei lavoratori che hanno acconsentito di procedere nella discussione attraverso due tavoli tecnici, tenutisi il 23 e il 26 luglio scorsi; i prossimi giorni si avrà quindi un tavolo generale con il quale si tireranno le somme per verificare l'esistenza o meno delle condizioni per un accordo sperando che, con il contributo di tutti, si riescano a salvaguardare la produzione e l'occupazione”.



1425 no Sciopero Indesit

Questo è un comunicato stampa pubblicato il 11-09-2013 alle 12:52 sul giornale del 12 settembre 2013 - 1411 letture