counter
SEI IN > VIVERE MARCHE > CRONACA
articolo

Porto Recanati: agli arresti domiciliari per droga, chiede di tornare in carcere

1' di lettura
2316

Carcere

I Carabinieri di Porto Recanati hanno tratto in arresto, conducendolo alla casa circondariale di Camerino, un tunisino di 36 anni.

L'uomo, agli arresti domiciliari per una condanna di un anno e 5 mesi per reati in materia di droga, da tempo aveva rapporti difficili di convivenza con i familiari.

Una situzione difficile, più volte notata dai carabinieri porto recanatesi e della Compagnia di Civitanova delegati nella vigilanza e controllo, che aveva spinto il 36enne a presentare tramite legale istanza al Tribunale affinché potesse tornare in carcere a scontare la pena.

Pertanto il tunisino martedì è stato condotto dai carabinieri di Porto Recanati, in esecuzione all'ordinanza di ripristino della pena detentiva in carcere , alla casa circondariale di Camerino.



Carcere

Questo è un articolo pubblicato il 10-09-2013 alle 18:22 sul giornale del 11 settembre 2013 - 2316 letture