counter
SEI IN > VIVERE MARCHE > CRONACA
articolo

Forlì: prosciuga conto corrente del prete, denunciato 74enne di Pesaro

2' di lettura
2034

Truffa anziani

Protagonisti della storia, un sacerdote salesiano 75enne, parroco di una parrocchia forlivese, ed un 74enne, ex orafo originario di Alessandria, ma residente a Pesaro. Quest’ultimo è abilmente riuscito, con i suoi modi affabili e facendo leva sul sentimento di carità cristiana del religioso, a spillargli, in meno di un anno, quasi 30mila euro.

Dalla fine dell’anno scorso, aveva iniziato a chiedergli solo pochi soldi, di tanto in tanto, per provvedere alle sue piccole necessità quotidiane. Poi le richieste di denaro sono diventate sempre più frequenti e consistenti, accompagnate, ogni volta, dalla vana promessa di restituirle assieme ad un'altra generosa somma, in segno di riconoscenza alla parrocchia per l’aiuto ricevuto, da destinare ai lavori di ristrutturazione della chiesa.

Nei fatti, non solo il truffatore non restituiva quanto ricevuto in prestito ma, al contrario, ogni volta chiedeva somme sempre maggiori, finendo anche per minacciare di suicidarsi se non avesse avuto quanto chiesto. In tal modo, in pochi mesi, il parroco ha prosciugato il conto corrente bancario della parrocchia, finendo costretto a chiedere lui altri soldi ad un altro sacerdote, per provvedere ad alcuni lavori urgenti.

E’ stato proprio quest’ultimo religioso, economo dell’istituto salesiano attiguo alla parrocchia, a far prendere consapevolezza al confratello di quanto gli stava accadendo, convincendolo a denunciare il tutto alla Polizia. Nei giorni seguenti, così, alcuni investigatori della Squadra Mobile, dopo un accurato servizio di pedinamento e controllo, sono riusciti a recuperare l’ennesima somma di denaro – oltre 800 euro – che il truffatore era riuscito a farsi consegnare, per l’ennesima volta, dal parroco, prima che riuscisse a farla sparire, per poi denunciarlo conseguentemente all’A.G., per il reato di truffa aggravata e continuata.



Truffa anziani

Questo è un articolo pubblicato il 10-08-2013 alle 17:44 sul giornale del 12 agosto 2013 - 2034 letture