Ancona: porto, sequestro di oggettistica 'Falso Made In Italy'

Sequestro di oggettistica 'Falso Made In Italy' 1' di lettura 28/06/2013 - Sequestrati dalla Guardia di Finanza di Ancona numerosi oggetti che riportavano in maniera indebita i colori della bandiera italiana.

Il carico, composto da portachiavi, portafoto e salvadanai (riportanti anche le diciture “Roma” e “Italia”), si trovava all’interno di un container proveniente dalla Cina, in sosta nel porto dorico. I prodotti erano destinati ad un’azienda operante in Campania, amministrata da un italiano. Le caratteristiche degli oggetti avrebbero potuto trarre in inganno il consumatore finale sulla reale origine della merce, consentendo un illecito guadagno superiore ai 150mila euro. Il delinquente è stato segnalato all’ Autorità giudiziaria e ora dovrà rispondere dell’ accusa di introduzione nel territorio di articoli con segni mendaci.


di Micol Sara Misiti
redazione@vivereancona.it







Questo è un articolo pubblicato il 28-06-2013 alle 12:14 sul giornale del 29 giugno 2013 - 1422 letture

In questo articolo si parla di cronaca, sequestro, ancona, porto di ancona, guardia di finanza di ancona, bandiera italiana, Micol Sara Misiti, Sequestro di oggettistica, Falso Made In Italy

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/ONs