Pesaro: la Polizia sventa rapina ai danni di un imprenditore

Polizia 2' di lettura 18/06/2013 - Gli investigatori della Squadra Mobile di Pesaro, in collaborazione con il personale della Squadra Mobile di Padova, nei giorni scorsi hanno sventato una rapina ai danni di un imprenditore pesarese.

L’operazione rientra in una più articolata attività d’indagine della Questura di Padova, recentemente conclusasi con l’arresto, in data 17 giugno, di tre cittadini italiani, specializzati nella consumazione di colpi nelle abitazioni private, sorpresi nel tentativo di assaltare una villa in provincia di Padova. In particolare, nel corso della attività d’indagine condotta dalla Squadra Mobile di Padova, è emerso che il gruppo aveva programmato una rapina ai danni di un noto commerciante all’ingrosso del pesarese, attivo nel settore dell’idraulica.

In tale contesto due degli affiliati, un 50enne originario del napoletano ed un padovano di 40 anni, entrambi già noti alle Forze dell’Ordine, avevano raggiunto questo Centro ed iniziato un’attività di pedinamento ed appostamento nei confronti dell’imprenditore, al fine di studiarne i movimenti ed individuare il momento migliore in cui attuare la rapina, anche con modalità cruente nei confronti della vittima. Veniva deciso, pertanto, un intervento preventivo da attuarsi a cura della Squadra Mobile di Pesaro, debitamente allertata dai colleghi padovani.

Gli Agenti della locale Squadra Mobile, dopo aver avvisato l’imprenditore del pericolo che stava correndo ed aver adottato ogni iniziativa per la sua sicurezza, hanno avviato servizi di osservazione nei confronti dei due sospettati che, infine, sono stati bloccati sul lungomare di Pesaro e trovati in possesso di un coltello del tipo c.d. “Rambo”, di alcune cartucce a salve per pistola, di guanti in lattice e di una fionda con biglie in acciaio (il tutto rinvenuto nella loro auto).

Gli uomini sono stati denunciati in stato di libertà per porto illegale di strumenti atto ad offendere e muniti di foglio di via obbligatorio dal Comune di Pesaro, con divieto di ritorno per anni 3. Il prosieguo delle indagini, come su riportato, ha consentito alla Polizia di Padova di arrestare i due soggetti in questione, unitamente al loro complice, un italiano 61enne di quella zona e di sventare l’assalto alla villa nel padovano, per il quale la banda aveva optato dopo il fallimento della rapina che originariamente erano intenzionati realizzare a Pesaro.






Questo è un articolo pubblicato il 18-06-2013 alle 17:38 sul giornale del 19 giugno 2013 - 2157 letture

In questo articolo si parla di cronaca, polizia, pesaro, vivere pesaro, rossano mazzoli, notizie pesaro, cronaca pesaro





logoEV