Fano: peschereccio affonda in porto, ancora da chiarire le cause dell'incidente

guardia costiera 1' di lettura 06/06/2013 - Stamattina, alle ore 05:33 circa, la Sala Operativa dell’Ufficio Circondariale Marittimo di Fano veniva allertata a causa dell’affondamento in porto di una unità dedita alla pesca locale.

Sul posto sono giunti immediatamente gli uomini della Guardia Costiera guidati dal Comandante T.V. Mario Esposito Montefusco, che con l’ausilio del dipendente battello G.C. 332, hanno dapprima circoscritto la zona d’acqua con delle panne galleggianti a causa dello sversamento di idrocarburi in mare e successivamente bonificato l’area con dei panni olio/assorbenti. Con il supporto dei locali VV.FF., dotati di pompa barellabile, l’unità è stata svuotata dell’acqua presente constatando la mancanza del motore a bordo.

Successivamente l’unità è stata recuperata a mezzo Gru della Ditta Marina Service di Fano. Lo specchio acqueo oggetto dell'affondamento è stato completamente bonificato. Sono in corso le indagini per chiarire la posizione del proprietario e il motivo dell’affondamento.






Questo è un articolo pubblicato il 06-06-2013 alle 20:48 sul giornale del 07 giugno 2013 - 2102 letture

In questo articolo si parla di cronaca, fano, guardia costiera, porto di fano, peschereccio, news, affondamento, notizie fano, ultim'ora, Sabrina Giovanelli

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/NVR





logoEV