counter

Macerata:Omicidio Jason, ascoltato il criminologo Alessandro Meluzzi

Denny Pruscino e Katia Reginella 1' di lettura 28/05/2013 - E’stata una giornata importante quella di lunedì 27 maggio alla corte d’assise di Macerata al processo per il delitto del piccolo Jason Pruscino che ha visto il noto criminologo Alessandro Meluzzi esporre la sua relazione su Katia Reginella, accusata insieme al marito Denny Pruscino dell’omicidio del figlio neonato.

Dalla deposizione di Meluzzi emerge una personalità che, al momento del fatto era praticamente annullata da un disturbo mentale latente manifestatosi in quella determinata circostanza che avrebbe portato la donna ad agire senza rendersene conto.

Il criminologo ha portato l’esempio del caso analogo di Cogne, in cui la madre omicida rimosse il fatto dalla sua mente perché pressoché incosciente quando uccideva il figlio.

Nella stessa giornata di lunedì è stato ascoltato anche il criminologo che ha redatto il profilo psicologico di Denny Pruscino, indicandolo come un uomo perdutamente innamorato della moglie e fortemente condizionabile dalla stessa, fatto che lo renderebbe incline a proteggerla ad ogni costo.


di Gabriele Ferretti
redazione@vivereascoli.it
 





Questo è un articolo pubblicato il 28-05-2013 alle 18:38 sul giornale del 29 maggio 2013 - 2149 letture

In questo articolo si parla di cronaca, macerata, omicidio, ascoli piceno, processo, denny pruscino, katia reginella, piccolo jason, criminologo, gabriele ferretti

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve https://vivere.me/Nwx