counter
SEI IN > VIVERE MARCHE > ATTUALITA'
articolo

Il ministro Kyenge ospite a Pesaro all'anteprima del Festival del Brodetto

2' di lettura
2959

Una grande accoglienza ha abbracciato l'arrivo del ministro all'integrazione Cecile Kyenge all'Istituto Alberghiero Santa Marta di Pesaro nella giornata di martedì 28 maggio.

Il ministro è infatti in visita a Pesaro per una serie di appuntamenti che la vedono protagonista: mattinata al Teatro Rossini per consegnare la cittadinanza onoraria ai figli di stranieri nati in Italia e alle 13.30 pranzo al Santa Marta dove ha fatto da testimonial, in una sorta di anteprima del Festival del Brodetto, alla sfida tra il brodetto fanese e il brodetto nigeriano, sua terra di origine.

Presentata da Presidente della Provincia Matteo Ricci, che ha affermato l'importanza di un evento simile all'interno di una giornata all'insegna della civiltà e dell'integrazione, la Kyenge ha piacevolmente accolto l'invito di Ilva Sartini di Confesercenti a presenziare come ospite d'onore al prossimo Festival del Brodetto e delle Zuppe di Pesce che si terrà nel lungomare fanese dal 12 al 15 settembre: "E' un onore partecipare a questi eventi, soprattutto perchè il cibo se buono deve essere esportato per far conoscere a tutti le nostre eccellenze. Il cibo deve essere cucinato con amore e considerato come linguaggio universale che unisce."

Gli studenti del Santa Marta, sotto l'occhio vigile dello chef Daniele Bocchini, hanno preparato due tipi di zuppa di pesce: il tradizionale brodetto fanese e una di origine nigeriana, caratterizzata da spezie africane e molto piccanti, accompagnati entrambi dai vini forniti per l'occasione dall'Istituto Marchigiano di Tutela.

A fine pranzo, dopo la votazione dei due piatti terminata con la perfetta parità, il ministro Kyenge ha conosciuto personalmente tutti i ragazzi: "La scuola deve aiutare all'integrazione, e la preparazione di questi piatti è l'occasione per far conoscere a tutti la loro bravura. Dobbiamo stare vicino ai giovani valorizzandoli, soprattutto aiutando chi non è in grado di farlo da solo."





Questo è un articolo pubblicato il 28-05-2013 alle 15:21 sul giornale del 29 maggio 2013 - 2959 letture