counter

Pesaro: avvocatessa aggredita con l'acido, continuano le indagini

Lucia Annibali 1' di lettura 22/05/2013 - Continuano le indagini sul caso di Lucia Annibali, l'avvocatessa sfigurata con l'acido in via Rossi a Pesaro lo scorso 16 aprile. Gli investigatori stanno controllando i telefoni degli indagati e la Procura di Pesaro ha disposto due nuove perizie. Rigettata la richiesta di scarcerazione per Precetaj, il 30enne ritenuto complice nell'agguato.

Il Tribunale del Riesame di Ancona ha respinto la richiesta di scarcerazione per Altistin Precetaj, l’albanese di 30 anni arrestato insieme al connazionale Rubin Talaban con l’accusa di aver aggredito con l’acido l’avvocatessa pesarese Lucia Annibali, il 16 aprile scorso.

Il pubblico ministero Monica Garulli ha incaricato un informatico di esaminare il contenuto dei telefoni cellulari di Lucia Annibali e di Luca Varani per verificare i contatti tra i due. Il pm ha disposto inoltre che vengano controllate anche le immagini registrate dalle telecamere del supermercato, in via Vincenzo Rossi 19, vicino casa della Annibali.

Lucia Annibali sta meglio anche se è ancora ricoverata al reparto centro ustioni dell’ospedale Maggiore di Parma.






Questo è un articolo pubblicato il 22-05-2013 alle 09:05 sul giornale del 23 maggio 2013 - 2301 letture

In questo articolo si parla di cronaca, pesaro, roberta baldini, cronaca pesaro, acido, news pesaro, lucia annibali, luca varani, aggressione con acido





logoEV
logoEV