counter

Ancona: anche uno studente anconetano tra gli hacker di Anonymous

 Anonymous 1' di lettura 17/05/2013 - Anche uno studente anconetano tra gli hacker di Anonymous. Questi i risultati di una indagine di polizia a livello nazionale. Dopo le perquisizioni tra casa e scuola scatta la denuncia.

Anche uno studente modello, pressoché insospettabile, tra gli hacker di Anonymous. Il giovane, all'epoca dei fatti ancora minorenne, é stato individuato dalla polizia postale nazionale, ma ad occuparsi del caso, questa mattina, sono stati i colleghi di Ancona. Gli agenti hanno dapprima perquisito la sua abitazione nelle prime ore dell'alba.

Sequetrati gli arnesi del mestiere: pc e non solo. Poi la Polizia, insieme al padre del giovane, si sono recati alla scuola frequentata dal ragazzo, ormai 18enne, dove hanno trovato traccia nei server dell’Istituto. E' così che veniva denunciato per "violazione dei sistemi informatici" e potrebbe rischiare anche l’accusa di "danneggiamenti dei sistemi informatici". In particolare potrebbe rischiare grosso dal momento che avrebbe violato siti istituzionali.

Nell'ambito dell'operazione 'Tango Down', coordinata dal procuratore aggiunto del Tribunale di Roma, Giancarlo Capaldo, e dal sostituto Perla Lori, nella mattina di venerdìsono stati arrestati altri tre ragazzi per associazione a delinquere. Si tratta di un 34enne leccese, un 28enne veneziano e un 25enne torinese. Né mancano 6 denunce a piede libero, tra cui il giovane anconetano.






Questo è un articolo pubblicato il 17-05-2013 alle 17:08 sul giornale del 18 maggio 2013 - 1681 letture

In questo articolo si parla di cronaca, ancona, italia, libia, hacker, denuncia, laura rotoloni, anonymous

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/M7v





logoEV
logoEV