counter

Fermo dei cantieri sull'Ancona-Perugia, Spacca incontra i sindacati dei Lavoratori

Gian Mario Spacca 2' di lettura 14/05/2013 - Il presidente della Regione Gian Mario Spacca ha incontrato la delegazione del Sindacato Lavoratori Costruzioni Ancona (Feneal Uil, Filca Cisl e Fillea Cgil) per fare il punto della situazione in merito al progetto Quadrilatero e al fermo dei cantieri sulla direttissima Ancona – Perugia a causa delle difficoltà economiche dell’impresa che si occupa della realizzazione dell’opera.

Le organizzazioni sindacali hanno espresso la loro preoccupazione per il destino dei lavoratori che rischiano di vedere esaurita la copertura degli ammortizzatori sociali a causa della procedura concorsuale in atto. Il presidente Spacca ha quindi ripercorso le tappe degli ultimi incontri della Regione Marche e della Regione Umbria con l’amministratore unico dell’ Anas (socio di maggioranza con il 94%) Pietro Ciucci e con il presidente di Quadrilatero Spa Gaetano Galia.

“Siamo preoccupati quanto voi – ha spiegato Spacca –. Per questo dopo aver già incontrato Anas e Quadrilatero, porteremo la questione all’attenzione del Ministro delle Infrastrutture Maurizio Lupi con cui è previsto un incontro il 15 maggio a Roma”. Le ipotesi sul tappeto sono di due tipi: la prima riguarda la ripresa lavori attraverso un’apertura di credito che risolva i problemi di liquidità dell’impresa. Se questo non fosse possibile, e sarà verificato in tempi brevi, l’altra possibilità sul tappeto è la cessione del ramo d’azienda a soggetti solidi da un punto di vista sia tecnico che finanziario. La Regione Marche sta effettuando un fortissimo pressing affinchè una di queste ipotesi possa concretizzarsi il più presto possibile nel rispetto del cronoprogramma.

“L’infrastruttura in questione – ha aggiunto Spacca – è molto importante per il nostro territorio sia dal punto di vista logistico ed economico, che per le ricadute occupazionali e sull’indotto. E’ nostra ferma intenzione salvaguardare i livelli occupazionali e le piccole e medie imprese che lavorano a questo progetto. Non possiamo assolutamente permetterci di perdere tempo”. I sindacati da parte loro hanno preso atto della situazione ed hanno espresso apprezzamento per il percorso intrapreso dalla Regione. Nel ribadire le loro preoccupazioni hanno infine chiesto al presidente Spacca “di continuare a svolgere sui tavoli istituzionali un’opera di monitoraggio continuo e di condizionamento al fine di garantire il proseguimento dell’opera e la difesa dell’occupazione”.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 14-05-2013 alle 12:44 sul giornale del 15 maggio 2013 - 2192 letture

In questo articolo si parla di attualità, regione marche, ancona, gian mario spacca, ancona-perugia

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/MVU





logoEV
logoEV