counter

Omicidio Goffo: chiesti 30 anni di carcere per Alvaro Binni

rossella goffo 1' di lettura 09/05/2013 - Il processo Goffo, che si svolge presso il Tribunale di Ascoli Piceno, davanti al Gup Rita De Angelis, è arrivato ad una svolta fondamentale. Il pm Carmine Pirozzoli ha chiesto una condanna a 30 anni di reclusione per l'imputato Alvaro Binni, il poliziotto di Ascoli accusato di aver ucciso Rossella Goffo, funzionaria della Prefettura di Ancona.

Rossella Goffo fu ritrovata morta ad Ascoli Piceno il 5 gennaio del 2011 nei pressi di Colle San Marco, dopo essere scomparsa da Ancona il 4 maggio dell'anno precedente. Alvaro Binni, poliziotto di Ascoli, secondo l'accusa, avrebbe ucciso la donna. Tra i due, entrambi sposati e con figli, ci sarebbe stata una relazione extraconiugale che la Goffo non voleva chiudere.

Il pm Pirozzoli ha chiesto la condanna di Binni a 30 anni di carcere per omicidio volontario aggravato dai futili motivi e dalla minorata difesa della vittima.

La sentenza del processo, che si svolge con rito abbreviato, dovrebbe arrivare venerdì pomeriggio dopo che in mattinata i difensori di Binni, gli avvocati Ciprietti e Bartolo, avranno esposto la loro arringa difensiva. Secondo gli avvocati di Binni, non esiste alcuna prova concreta sulla colpevolezza del loro assistito.


di Marco Pettinelli
redazione@vivereascoli.it
 





Questo è un articolo pubblicato il 09-05-2013 alle 21:17 sul giornale del 10 maggio 2013 - 2178 letture

In questo articolo si parla di cronaca, ancona, ascoli piceno, vivere ascoli, omicidio volontario, rossella goffo, poliziotto, colle san marco, Rita De Angelis, marco pettinelli, alvaro binni, Carmine Pirozzoli

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/MLj





logoEV
logoEV