counter

Sanità: accesso agli atti negato, Natali scrive alla Procura

2' di lettura 07/05/2013 - Giulio Natali, Consigliere regionale del Centro Destra Marche e membro della Commissione regionale Sanità, ha annunciato in Aula, nel corso della seduta consiliare, l'invio di una lettera alle competenti Procure della Repubblica ed ai Prefetti di Ascoli Piceno e di Ancona con la quale denuncia l'impossibilità di poter visionare gli atti legati alla sanità marchigiana nonostante esista a tutela del diritto di informazione dei Consiglieri regionali, un articolo dello Statuto regionale, il 16°, che ne sancisce inequivocabilmente l'accesso .

Natali è giunto a questa azione estrema dopo quasi due anni di mancate risposte rivolte al Presidente Spacca ,all'Assessore alla salute Mezzolani ,al Direttore Generale dell'Asur Marche Ciccarelli,al Dirigente del Dipartimento Salute Ruta e al Direttore Generale della Area Vasta n.5 Stroppa con le quali chiedeva la visione di documenti legati alle azioni e ai comportamenti delle aziende sanitarie e dei loro responsabili. La prima richiesta risale al 2011 con la quale chiedeva di conoscere le Consulenze affidate dalle Aziende del Servizio sanitario regionale.

E poi il Report delle liste di attesa delle aziende (richiesto il 27/10/2011), la determina relativa alla liquidazione al personale del comparto interessato all'indennità sostitutiva delle ferie non godute (richiesta il 10/01/2011), i dati relativi alla attività della UU.OO radioterapia dell'ospedale Mazzoni di Ascoli Piceno (richiesti il 27/02/2012), i dati relativi ai buget assegnati alle singole ex zone territoriali (richiesti il 30/03/2012), gli atti relativi al servizio di Gestione Calore dal costo di 2.626.000 Euro all'anno (richiesto il 17/04/2012). A queste richieste non è mai stata data risposta nonostante i solleciti fatti da Natali, reiterati durante le sedute del Consiglio il 22 maggio ed il 20 novembre 2012 e nonostante la nota inviata al Presidente della Giunta e all'assessore Mezzolani, dallo stesso Presidente dell'Assemblea legislativa, Solazzi, nella quale chiedeva il rispetto del diritto di accesso alle informazioni che come sopra detto è sancito dallo statuto regionale, norma giuridica primaria della legislazione regionale.

“Inutile dire che a oggi – afferma Natali – nessun documento richiesto mi è stato consegnato e nessuno, né Spacca né Mezzolani, ha ritenuto opportuno intervenire su chi doveva consentirmi di poter svolgere al meglio la mia azione di consigliere regionale e verificare come viene gestita la Sanità marchigiana. Anche per questo sono stato eletto e anche con questo rappresento i cittadini delle Marche che come me sarebbero molto interessati a conoscere come si spendono i loro soldi",specie in un momento come questo in cui chi non ha neanche l'educazione di rispondere pretende di impartire tagli ai posti letto nei nostri Ospedali e riduzioni di servizi a tutto il territorio.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 07-05-2013 alle 16:35 sul giornale del 08 maggio 2013 - 2271 letture

In questo articolo si parla di politica, marche, Assemblea legislativa delle Marche

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/MDR





logoEV
logoEV