counter

Cgil: 'Riprendiamo il confronto sul futuro delle Province'

Fp Cgil 1' di lettura 07/05/2013 - Come prevedibile, si è nuovamente aperto uno sterile dibattito sul destino delle Province.

Dibattito che vede quasi tutte le forze politiche schierate a sostegno di ipotesi di superamento dell'ente così come lo abbiamo conosciuto, senza chiarire in modo netto cosa comporteranno queste soluzioni per il destino dei servizi, nonché per il futuro dei 2.200 lavoratori presenti nelle attuali cinque province marchigiane, lavoratrici e lavoratori che garantiscono lo svolgimento di quegli stessi servizi.

Ad aggravare questa incertezza c'è una situazione finanziaria drammatica che sta mettendo in ginocchio la garanzia dei servizi offerti dalle Province marchigiane e di compromettere gli stessi salari dei dipendenti. Da molto tempo abbiamo chiesto che ci fosse una riforma organica del sistema delle autonomie locali in cui inserire anche una riforma delle Province, riforma che metta al centro le funzioni proprie di area vasta che non possono essere trascurate. Rifiutiamo una logica che ponga fine all' esistenza di enti di governo di area vasta viste come il capro espiatorio di tutti i mali dell' assetto istituzionale.

Con questo spirito, intendiamo confrontarci con le diverse Istituzioni competenti, a partire dalla Regione Marche.

Alessandro Pertoldi – Segretario Generale Regionale FP CGIL Marche






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 07-05-2013 alle 16:39 sul giornale del 08 maggio 2013 - 2271 letture

In questo articolo si parla di attualità, cgil marche, fp cgil, funzione pubblica

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/MDV





logoEV
logoEV