counter

Calcio: la Biagio chiede la riapertura della tribuna per lo spareggio che vale la D

Biagio Nazzaro 2' di lettura 02/05/2013 - Non è solo calcio, non è solo sport. La finale regionale dei play off che il 12 maggio opporrà allo stadio di Chiaravalle la Biagio Nazzaro al Montegranaro è uno di quegli eventi che calamiteranno l’attenzione non solo degli sportivi e che coinvolgeranno tutta la città ed anche tanta gente delle Marche.

Una manifestazione che mai come questa volta si può definire popolare e dalle alte valenze sociali. Un evento che rischia di essere vissuto solo parzialmente perché da alcuni mesi la tribuna dello stadio comunale, nella sua parte coperta, è inaccessibile. E’ per questo che i due suoi vicepresidenti della Biagio, Gianni Fulgenzi e Lorenzo Parasecoli, hanno deciso di scrivere al commissario straordinario, dott. Antonio Nicolai Massa, confidando nella sua sensibilità, chiedendo di far riaprire la tribuna nel giorno dello spareggio, un match che potrebbe aprire le porte della serie D alla squadra allenata da Gianluca Fenucci e che ha disputato uno splendido campionato di Eccellenza. “In considerazione della straordinaria stagione sportiva disputata dalla Biagio nel massimo torneo regionale – scrivono i vicepresidenti - chiediamo di poter autorizzare l’accesso alla tribuna coperta dello stadio comunale per la partita che si disputerà domenica 12 maggio alle ore 16,30 tra la Biagio ed il Montegranaro Calcio, una finale che riveste un’importanza davvero rilevante poiché consente alla vincitrice di poter accedere agli spareggi nazionali con squadre di tutta Italia, con l’opportunità di poter conquistare sul campo la serie D, categoria interregionale di calcio, in cui militano squadre di grandi tradizioni e di importante storia sportiva come Ancona, Sambenedettese, Maceratese, Civitanovese, Jesina, Vis Pesaro, Fermana”. La Biagio Nazzaro sottolinea come la tribuna coperta non sia assolutamente in condizioni disastrate e non causi alcun pericolo per gli spettatori. “Sarebbe un bel segnale per la cittadinanza chiaravallese e consentirebbe alla nostra società di poter ospitare una maggior quantità di spettatori e di addetti ai lavori”. Da trent’anni a Chiaravalle non si viveva un’atmosfera simile e l’attesa per la finale cresce di giorno in giorno anche perché la Biagio il prossimo anno potrebbe approdare in serie D e rigiocare in una categoria nazionale derby assai sentiti come quelli con Ancona e Jesina.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 02-05-2013 alle 14:27 sul giornale del 03 maggio 2013 - 1806 letture

In questo articolo si parla di chiaravalle, sport, osimo, calcio, biagio nazzaro





logoEV
logoEV