counter

Pesaro: avvocatessa sfigurata con l'acido, l'ex nega le accuse

lucia annibali 1' di lettura 19/04/2013 - Varani è stato interrogato venerdì in carcere a Pesaro. L’avvocato, sospettato di aver mandato un sicario a sfigurare con l’acido la collega Lucia Annibali, ha negato tutto davanti al Gip Lorena Mussoni: "Mi dispiace molto per quel che è successo a Lucia, ma io non c'entro niente".

Il Gip si e’ riservato di decidere entro sabato. Varani avrebbe infatti un alibi di ferro, al momento dell'aggressione si trovava impegnato in una partita di calcio e diversi testimoni possono affermarlo. Varani ha negato inoltre di conoscere i due albanesi indagati per l’episodio e ricercati.

Sotto esame la ferita che Varani ha sul dorso della mano destra. I periti nominati dal pm, Loredana Buscemi, medico legale di Ancona, e Michele Riccio, medico-chirurgo, dovranno stabilire se e' compatibile con l'acido utilizzato per sfigurare il volto di Lucia Annibali. L'esito di questo esame potrebbe dare una svolta alle indagini e nuovi elementi per la decisione del Gip.

La vittima è ricoverata al centro grandi ustionati dell'ospedale di Parma. La Annibali è stata operata nella notte, i medici lasciano trapelare un cauto ottimismo sulle condizioni del secondo occhio. Lucia ha ustioni sul viso e su una mano, ma non sul corpo. Durante la notte i medici hanno effettuato l’operazione con cui hanno rimosso il primo strato di pelle, per ricostruire chirurgicamente il tessuto bruciato dall’acido.






Questo è un articolo pubblicato il 19-04-2013 alle 17:11 sul giornale del 20 aprile 2013 - 2485 letture

In questo articolo si parla di cronaca, pesaro, roberta baldini, notizie pesaro, cronaca pesaro, acido, news pesaro, annibali, varani, sfigurata

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve https://vivere.me/L3c





logoEV
logoEV