counter

Sassoferrato: panico e furti nella notte, arrestati due albanesi

2' di lettura 03/04/2013 - Due giovani albanesi entrambi di 22 anni, I.N. e B.R., la notte scorsa hanno seminato il panico nella cittadina tra inseguimenti, furti di auto e in vari appartamenti.

Nel pieno della notte il sonno di una famiglia di Sassoferrato viene disturbato da alcuni rumori provenienti dal loro garage. I proprietari, usciti per controllare, trovano due giovani che scappano via. I carabinieri di Sassoferrato e Arcevia si precipitano sul posto e, seguendo le indicazioni dei proprietari, individuano uno dei due uomini nascosto dietro una siepe il quale tenta una fuga a piedi ma viene subito catturato.

Inizia così una caccia ai complici durata tutta la notte durante la quale i militari localizzano una mercedes utilizzata dai malviventi, risultata poi essere stata rubata a Perugia il 27 marzo scorso. Nel frattempo altre richieste d’intervento di cittadini mettono a conoscenza la Centrale Operativa dei Carabinieri che i giovani albanesi avevano tentato altri furti in abitazioni, mettendone a segno alcuni, e rubando, tra l’altro, anche una Lancia Y ad una donna del luogo utilizzata per la garantirsi la fuga e per trasportare l’ingente refurtiva che era stata sottratta in un altro appartamento.

Dopo circa due ore, grazie all'unione di tutte le forze a disposizione coordinate sul posto dal Luogotenente Paolo Rinaldi e MASUPS Andrea Carnevali, i militari riescono a localizzare un altro complice il quale, anche lui dopo una breve fuga a piedi, viene bloccato e arrestato. Ritrovate anche la Lancia Y e la Mercedes sulle quali era stata già caricata tutta la refurtiva consistente in alcuni televisori di ultima generazione nonché vari capi di abbigliamento griffato. I due giovani, condotti in caserma, sono stati arrestati per tentato furto aggravato continuato, furto aggravato continuato, per violenza e resistenza a Pubblico Ufficiale e lesioni personali, poichè uno di essi, nel tentativo di sottrarsi alla fuga, ha causato lesioni ad un carabiniere.

Le indagini hanno inoltre stabilito che i due ladri, uno dei quali non nuovo ad esperienze del genere, erano giunti in città in compagnia di altri complici che i carabinieri di Sassoferrato ed Arcevia stanno cercando di individuare. Tutta la refurtiva recuperata, per un valore di 20mila euro circa, è stata restituita ai legittimi proprietari.






Questo è un articolo pubblicato il 03-04-2013 alle 09:09 sul giornale del 04 aprile 2013 - 2147 letture

In questo articolo si parla di cronaca, redazione, vivere fabriano, Andrea Ugolini

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve https://vivere.me/Ljz





logoEV
logoEV