counter

Gioco d'azzardo: la proposta di legge di Erminio Marinelli

gioco d'azzardo 2' di lettura 30/03/2013 - Faccio i complimenti all'assessore Sglavo per l'iniziativa di prevenzione nelle scuole contro le dipendenze da gioco d'azzardo.

Purtroppo non esiste ancora un Osservatorio regionale. Tuttavia per numero di abitanti, sale da gioco e indicatori sociali, Civitanova si pone tra le prime città nelle Marche per la diffusione dei dipendenti cronico. D'altronde il crescente numero di sale autorizzate dallo Stato ha fatto aumentare anche i malati, seguendo una tendenza già in atto negli Stati Uniti e in altre nazioni europee.

È necessario quindi lavorare sui giovani, così come è necessario che attivarsi al più presto per l'approvazione di una legge in materia, per recuperare i malati e prevenire la patologia. E il compito in questo caso non è del Comune di Civitanova Marche ma spetta alla Regione dove da mesi giace in Commissione la Proposta di legge in materia che ho presentato insieme ad altri colleghi Consiglieri.

Alla Regione spetta il compito di prevenire, curare e recuperare socialmente i malati.

Secondo la Proposta di Legge, la Regione deve istituire un’unità operativa specializzata nel trattamento del gioco d'azzardo presso ciascun Dipartimento per le dipendenze di ogni Area Vasta.

Va poi creato con urgenza quell'Osservatorio regionale che permetterebbe di conoscere e tenere sotto controllo il fenomeno.

Secondo la nostra proposta i Dipartimenti dovranno garantire diagnosi e terapia a tutti. Serviranno psicologi, psicoterapeuti, educatori sociali e della riabilitazione e i trattamenti dovranno essere fatti sia in regime ambulatoriale che in regime residenziale e semi residenziale.

La mia proposta punta anche a coinvolgere le organizzazioni no profit, regionali o nazionali, in possesso di requisiti e competenze specialistiche concernenti il gioco d’azzardo patologico.

Infine, ciò che ritengo fondamentale, è il reinserimento di chi temporaneamente si è 'ammalato di gioco'. Tutti noi sappiamo che purtroppo si tratta spesso di padri di famiglia e le situazioni di 'disperato silenzio' sono sempre di più. Posso garantirlo da medico.

La legge perciò dovrà prevedere anche la promozione di un accordo fra sindacati e imprese per mantenere il posto di lavoro in aspettativa per quei dipendenti che decidono di sottoporsi al trattamento.

Mi auguro che la Regione non perda ulteriore tempo prezioso per la cura di questa che è a tutti gli effetti una malattia psicologica.


   

da Erminio Marinelli
Gruppo "Per le Marche"





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 30-03-2013 alle 12:40 sul giornale del 02 aprile 2013 - 2485 letture

In questo articolo si parla di politica, erminio marinelli, gioco d'azzardo, sale giochi, Gruppo "Per le Marche"

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve https://vivere.me/LfJ





logoEV