Centrali a biogas, 12 indagati tra imprenditori e liberi professionisti

regione marche 1' di lettura 13/03/2013 - La procura di Ancona ha aperto un'inchiesta per abuso d'ufficio in concorso e per reati edilizi ed ambientali: nel mirino le centrali biogas delle province di Ancona, Macerata e Pesaro-Urbino e l'impianto eolico di Camerino.

Sono in totale indagate 12 persone, tra cui Luciano Calvarese, dirigente del servizio Trasporti Infrastrutture ed Energia della Regione Marche e Sandro Cossignani, funzionario regionale, Sauro Scaficchia, presidente della comunità montana di Camerino, Luigi Gentilucci, sindaco di Pieve Torina.

Martedì 12 marzo Il Corpo Forestale e la Guardia di Finanza, sotto ordine di perquisizione, hanno effettuato delle indagini presso gli uffici della Regione, la Comunità montana di Camerino, nella sede della Provincia di Pesaro-Urbino, mentre militari ed agenti hanno eseguito dei controlli nelle centrali a biogas di Camerata Picena, di Castelbellino, di San Vincenzo di Osimo e di Agugliano. È stata inoltre perquisita l'abitazione di Cossignani. Pare che vi siano state cointeressenze e conflitti di interesse tra gli indagati e i rappresentanti delle pubbliche amministrazioni. Si indaga inoltre anche su reati ambientali.


di Elena Ominetti
redazione@viveremarche.it




Questo è un articolo pubblicato il 13-03-2013 alle 18:09 sul giornale del 14 marzo 2013 - 2850 letture

In questo articolo si parla di cronaca, regione marche, fuoco, agugliano, biogas, Elena Ominetti

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/Kyx





logoEV