counter

Comunanza: Erika Anna Avrai è morta per una reazione allergica all'antibiotico

iniezione 1' di lettura 10/03/2013 - E’ stato uno choc anafilattico dovuto ad una reazione allergica all’antibiotico ad uccidere Erika Anna Avrai, 42 anni.

La causa del decesso è stata confermata dai risultati dell'autopsia effettuata presso l’ospedale Mazzoni di Ascoli Piceno dal medico legale Giuseppe Sciarra. Archiviata dunque l'ipotesi fatta in primo momento che l'iniezione letale fosse stata fatta per via endovenosa invece che intramuscolare.

Secondo quanto ricostruito dai carabinieri, la donna, residente a Montefalcone Appennino ma che lavorava come badante a Comunanza, si sarebbe iniettata l'antibiotico da sola nel bagno di un bar, dopo aver acquistato il medicinale in farmacia, con una regolare prescrizione medica. Il malore fatale sarebbe giunto poco più tardi, mentre camminava per strada.






Questo è un articolo pubblicato il 10-03-2013 alle 18:26 sul giornale del 11 marzo 2013 - 3169 letture

In questo articolo si parla di cronaca, iniezione, marco vitaloni

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve https://vivere.me/KqY





logoEV
logoEV