counter

Lega Nord tira le somme: Antonacci deluso dai consiglieri provinciali e regionali

Lega Nord Marche 2' di lettura 05/03/2013 - Apprendo dai giornali che gli iscritti alla Lega Nord in Provincia di Pesaro sarebbero contrari alla linea politica del Segretario regionale Paolini e degli altri Segretari territoriali delle Marche. Ciò non solo non corrisponde a verità, ma è soltanto il tentativo di alcuni eletti di scaricare le proprie responsabilità politiche.

Se la Lega Nord non ha avuto un buon risultato alle recenti elezioni (in linea comunque con tutte le altre regioni) lo si deve anche a costoro che, una volta eletti, non hanno saputo rendersi protagonisti né nelle istituzioni né sul territorio, portando avanti le nostre istanze e le nostre idee in maniera non convincente. I nostri Consiglieri provinciali hanno purtroppo tenuto un profilo molto basso per ben quattro anni, senza quella decisa opposizione a Matteo Ricci che il loro ruolo richiedeva. Giorgio Cancellieri, dopo aver richiesto un posto in lista ha addirittura dichiarato: “Non me la sono sentita di andare a chiedere il voto”. La Lega Nord, dopo aver eletto il Sindaco, scende così a 171 voti a Fermignano! Essere candidati non è obbligatorio, e chi non se la sente dovrebbe fare un passo indietro prima delle elezioni, non polemizzare dopo un risultato negativo. Così resta sempre il dubbio che, nel caso fosse diventato Parlamentare, avrebbe fatto dichiarazioni diverse.

I Consiglieri Roscini e Zaffini hanno largamente deluso le aspettative dei nostri militanti, con una opposizione basata più sulla spettacolarizzazione del confronto che sui contenuti. Teatralità al ribasso che evidentemente non è piaciuta agli elettori. E la scelta del movimento di non candidare chi già occupava posti importanti e ben retribuiti, da tutti condivisa, non può certo diventare l’alibi per un minore impegno durante la campagna elettorale. Adesso i nostri eletti, dopo tanti (forse troppi) anni in politica cercano di tirarsene fuori ed attribuire responsabilità esclusivamente a chi si impegna per pura passione e senza alcun compenso, oppure all’On. Paolini che non poteva certamente sostituirli nel loro ruolo di Consiglieri provinciali e regionali essendo Deputato alla Camera. Non condivido la politica della rottamazione, ma auspico comunque una ripresa della nostra proposta politica con un rinnovamento rigorosamente basato sul merito, sulle capacità, e sulle professionalità dimostrate e dimostrabili, senza alcuna rendita di posizione.


da Alessandro Antonacci
Segretario Lega Nord Sezione di Fano





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 05-03-2013 alle 09:42 sul giornale del 06 marzo 2013 - 1801 letture

In questo articolo si parla di politica, marche, lega nord marche, lega nord, roberto zaffini, roscini, alessandro antonacci, on paolini

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve https://vivere.me/Kc9





logoEV
logoEV