counter

Senigallia: fermato con manganello, coltello e mitraglietta. Denunciato un 28enne

Polizia 1' di lettura 02/03/2013 - Girava in macchina con un arsenale d'armi abusive come se nulla fosse ma è stato beccato dalla Polizia. Nei guai è finito un giovane di Ostra Vetere che ora dovrà rispondere dell'accusa di porto d'armi proibite.

Il controllo è scattato nella serata di venerdì. Una pattuglia della Polizia stava eseguendo un servizio di controllo e monitoraggio del territorio quando ha fermato l'auto con a bordo il ragazzo. Si tratta di un 29enne che era alla guida della sua auto. A bordo c'era anche una ragazza risultata però estrai ai fatti contestati al giovane.

Gli agenti, dopo aver chiesto i documenti di identità e di guida, hanno notato un atteggiamento sospetto del ragazzo, come se fosse agitato. Di qui la decisione di approfondire il controllo e di perquisire il giovane. A quel punto dal marsupio in suo possesso è saltato fuori un manganello di tipo estendibile. Ma non solo. Dalle ulteriori “ricerche” dei poliziotti sono spuntata altre due armi illegali. Un coltello con una lama di ben 20 centimetri e una mitraglietta risultata essere poi giocattolo, di quelle che vengono utilizzate per le battaglio nei giochi di ruolo.

La mitraglietta però non era minuta dell'apposito tappo rosso che ne indica appunto l'innocuità. Per gli agenti non c'erano più dubbi. Il piccolo arsenale illegale trovato nell'auto del giovane era più che sufficiente per far scattare, a suo carico, una denuncia per porto d'armi proibite. Il giovane di Ostra Vetere, incensurato, è stato così denunciato in stato di libertà. Nessun provvedimento invece per la ragazza che viaggiava con lui a bordo dell'auto.






Questo è un articolo pubblicato il 02-03-2013 alle 23:57 sul giornale del 04 marzo 2013 - 2308 letture

In questo articolo si parla di cronaca, polizia, giulia mancinelli

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve https://vivere.me/J9W





logoEV
logoEV