counter

Jesi: Vendeva su Ebay cellulari a basso costo e poi spariva, arrestato 23enne per truffa

carabinieri 1' di lettura 03/03/2013 - Ancora guai con la giustizia, questa volta per truffa via internet per il giovane jesino.

Si tratta di Repupilli Gabriele, 23 anni, già balzato alle cronache per il tentato omicidio del 19 gennaio. I Carabinieri della Stazione di Jesi, guidati dal Luogotenente Fiorello Rossi, sono giunti a lui dopo complesse indagini a seguito della denuncia di truffa sporta da un altro giovane jesino che in febbraio dichiarava di aver acquistato su Ebay, pagandolo con un ricarica su una scheda postepay, un cellulare mai consegnatogli.

Durante le indagini i militari hanno appurato che Repupilli aveva messo a segno almeno 15 truffe analoghe in tutta Italia, vendendo sul portale di aste oggetti mai posseduti a prezzi particolarmente vantaggiosi, senza ovviamente mai consegnarli ma rendendosi invece irrintracciabile.

L’uomo è ora agli arresti domiciliari, così come disposto dall’Autorità Giudiziaria, in attesa del processo, la cui data non è stata ancora fissata, come aggravamento della pena, in considerazione del fatto che era già sottoposto all’obbligo di firma presso gli uffici dei carabinieri per i fatti del 19 gennaio 2013.






Questo è un articolo pubblicato il 03-03-2013 alle 16:07 sul giornale del 04 marzo 2013 - 2185 letture

In questo articolo si parla di cronaca, carabinieri, paolo picci

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve https://vivere.me/J0a