counter
SEI IN > VIVERE MARCHE > POLITICA
comunicato stampa

Compagnia della Rancia esclusa dal censimento dello spettacolo dal vivo, Giorgi: 'Marcolini intervenga'

2' di lettura
2193

paola giorgi

La vicenda del Censimento dello spettacolo dal vivo nelle Marche, ed il trattamento riservato alla Compagnia della Rancia, meritano una riflessione, la stessa che da anni vado proponendo, oramai necessaria.

Do atto all' Assessore Marcolini di aver aperto un confronto costruttivo con la Compagnia tolentinate, tardivo certo, ma i percorsi di Marcolini, a volte tortuosi, sanno anche rimodulare posizioni errate o sottovalutate. La Rancia, artisticamente marchio di qualità, produce musical ( settore nel quale è' stato pioniere in Italia) e prosa ed incarna, da anni, quello che dovrà necessariamente divenire uno degli asset dello sviluppo regionale:l' impresa culturale.

Da 30 anni il nome della città di Tolentino e della Regione Marche vengono veicolati dai palcoscenici di tutta Italia fino a Broadway, attraverso centinaia di artisti, tecnici, organizzatori, amministratori ( moltissimi marchigiani) che negli anni hanno lavorato grazie a questa impresa la cui forza risiede nella passione, professionalità, credibilità dei suoi fondatori: Saverio Marconi, Tommaso Paolucci, Michele Renzullo. Un soggetto scomodo per chi, da anni, blocca il volo culturale della nostra Regione solo per mantenere saldi centri di potere politico e gestionale. Scrivere nel censimento che i dati della Compagni della Rancia sono volutamente esclusi perché presentano valori sproporzionati rispetto agli altri, significa, concettualmente, uccidere il merito a favore dell' appartenenza.

Dobbiamo riformare, basta essere reazionari e castisti, dobbiamo valorizzare e mettere in rete tutto l' impianto dello spettacolo dal vivo. Ricordo che denunciai il finanziamento " ad personam" di 25 mila euro a Renato Pasqualetti come coordinatore del censimento ( ...) : alla Compagnia della Rancia, che non prende alcun finanziamento regionale, e' stato negato un contributo di 10mila euro per poter promuovere la Regione Marche a Broadway quando fu messo in cartellone il suo "Pinocchio" dopo cinquant'anni anni di assenza di musical italiani. Questo Assessore Marcolini dobbiamo estirpare!!!!



paola giorgi

Questo è un comunicato stampa pubblicato il 24-02-2013 alle 17:19 sul giornale del 25 febbraio 2013 - 2193 letture