counter
SEI IN > VIVERE MARCHE > POLITICA
comunicato stampa

Acacia Scarpetti: 'All'On. Favia il premio dell'incoerenza politica'

2' di lettura
2309

LUCA ACACIA SCARPETTI

Non è sempre facile affrontare un argomento che getta ancora una volta fango sulla politica ma credo che a volte serva fare chiarezza per far conoscere ai cittadini aspetti che altrimenti resterebbero nascosti.

Ho fondato Italia dei Valori nel 1998 in provincia di Pesaro e nelle Marche senza aver mai militato prima in alcun partito politico e ho dovuto convivere con il sig. David Favia e la sig.ra Paola Giorgi per ben 5 anni. Li ho visti uscire da IDV (dopo che quel partito li aveva fatti eleggere) e rimanere al loro posto e con le loro cariche, rimanendo anche nel gruppo regionale consiliare con il solo scopo di gestire personale e fondi del gruppo in maniera del tutto immorale. Li vedo ora partecipare a libere elezioni rimanendo però ancora nel gruppo IDV in Regione. Un comportamento incredibile sotto ogni aspetto. Sia di lealtà verso chi li ha eletti sia nei confronti delle istituzioni che dovrebbero rappresentare.

Certo oggi siamo abituati a vederne e sentirne di tutti i colori e lo scollegamento che esiste tra la politica e il cittadino ne è la riprova ma questo non significa che si debba continuare ad accettare l’incoerenza e l’immoralità come un normale comportamento. E’ ora di dire basta ai trasformismi legati solo alla gestione degli incarichi e dei fondi ed è ora di farlo sapere ai cittadini. A quale movimento politico appartengono oggi Favia e Giorgi. Chi lo sa? Ogni giorno può essere foriero di novità.

Posso anche dire di aver avuto una vita molto intensa. Ho vissuto esperienze forti, dure, probanti, a volte estreme. Sono stato protagonista di avventure rischiose, ho ricevuto minacce, ritorsioni. Subisco da circa vent’anni una costante e sistematica guerra giudiziaria volta ad intimidire la mia azione professionale e politica (come confermato da una sentenza di un tribunale italiano). Sono nato e cresciuto sopra la linea gotica, e ciò mi ha fatto subire e combattere, pur in epoca post bellica, un sistema politico asfissiante, tribale, pecioso, idrovoro. Crudele. Ho letto molti libri, visto infiniti film e documentari. Con tutto ciò, pensavo di aver visto e sentito quasi a tutto e di poter prevedere ogni limite umanamente raggiungibile in termini negativi. Mi sbagliavo. Un giorno ho incontrato David Favia e Paola Giorgi.

Non smetterò di credere in Dio, anche se Egli dovesse non aver pietà di loro!



LUCA ACACIA SCARPETTI

Questo è un comunicato stampa pubblicato il 21-02-2013 alle 16:11 sul giornale del 22 febbraio 2013 - 2309 letture