counter
SEI IN > VIVERE MARCHE > POLITICA
comunicato stampa

Lavoro, Rocchi (Rivoluzione Civile): 'Nel programma le proposte per rilanciare l’occupazione e l’economia'

2' di lettura
1631

augusto rocchi

“Rivoluzione Civile non solo sostiene, ma ha già contenute nel proprio programma le misure proposte dalla Cgil per rilanciare l’occupazione e l’economia. Non mi sembra che il centrosinistra possa affermare altrettanto, schiacciato com’è sulle politiche di austerity di Monti e dell’Europa”.

A dirlo è Augusto Rocchi, candidato di Rivoluzione Civile, al termine della conferenza organizzata dalla Cgil Marche per presentare il proprio Piano del lavoro ai candidati delle prossime elezioni.

“Le proposte avanzate dalla Cgil – spiega Rocchi – hanno il merito di indicare la via d’uscita dalla crisi, oltre il montismo e il berlusconismo, per far pagare i guasti a chi li ha prodotti e non a chi li ha subiti e li continua subire. I programmi di Cgil e Rivoluzione Civile coincidono su tre punti fondamentali: la rinegoziazione del Fiscal Compact che, prevedendo il taglio di oltre 45 miliardi all’anno alla spesa pubblica, rischia di alimentare la spirale recessiva; l’introduzione di una patrimoniale sulle grandi ricchezze che riequilibri il sistema fiscale; la necessità di una legge per la rappresentanza nei luoghi di lavoro, perché siamo convinti che la tutela dei diritti dei lavoratori siano una componente essenziale del rilancio economico, a partire da quello di potersi scegliere i propri rappresentanti”.

Il candidato di Rivoluzione Civile, invece, si dimostra preoccupato e rassegnato per le scelte compiute dal centrosinistra.

“Registriamo che nessuna di queste tre misure – conclude Rocchi - sono inserite nel programma di governo del Pd e di Sel. Ciò è molto grave, perché mette in contraddizione il centrosinistra con le aspettative dei lavoratori. Purtroppo lo strabismo verso i poteri forti dell’Europa e dell’alta finanza di cui ha dato prova il Pd negli ultimi 14 mesi, troverà piena continuità nel futuro governo che vedrà Monti ancora una volta protagonista. Del resto anche qui nelle Marche, dove per la prima volta si è sperimentata in Regione l’alleanza tra Pd e centro montiano, la politica locale è rimasta del tutto indifferente al tracollo che nel 2012 ha visto la perdita di quasi 1200 aziende e l’autorizzazione di oltre 38 milioni di ore di cassa integrazione. Spero che molti comprendano l’esigenza di una sinistra forte in Parlamento. Più forte sarà Rivoluzione Civile, infatti, più forte sarà la possibilità di invertire le politiche che hanno prodotto questo disastro sociale”.



augusto rocchi

Questo è un comunicato stampa pubblicato il 19-02-2013 alle 15:16 sul giornale del 20 febbraio 2013 - 1631 letture