counter
SEI IN > VIVERE MARCHE > CRONACA
articolo

Pesaro: minorenne ricatta l'ex amante, 2 anni di reclusione al fidanzato

1' di lettura
1781

tribunale di pesaro

Una torbida storia fatta di sesso e ricatti tra una minorenne ed un 36enne si è conclusa ieri. Nel marzo 2011 la ragazza, assieme al fidanzato, aveva richiesto all'uomo la somma di 80mila euro per tenere la bocca chiusa e non denunciarlo per pedofilia.

Nel marzo 2011, una ragazza marocchina di diciassette anni, aveva escogitato, assieme al fidanzato italiano di 21 anni un ricatto a sfondo sessuale per estorcere denaro ad un 36enne pesarese. L'uomo, un artigiano del posto, aveva avuto una breve relazione clandestina con la minorenne che lo ha ricattato chiedendo la somma di 80 mila euro. Se l'artigiano non avesse pagato, la ragazza e il suo fidanzato avrebbero provveduto a denunciarlo per pedofilia.

Pressato dalle continue minacce della coppia, il 36enne ha deciso di informare le forze dell'ordine che hanno provveduto a tendere una trappola alla coppia, sorprendendo la ragazza mentre stava ricevendo in consegna una prima busta contenente i 6 mila euro.

Il processo terminato ieri ha portato alla condanna del fidanzato, 2 anni di reclusione (con rito abbreviato) per estorsione. Il pm aveva chiesto 7 anni.



tribunale di pesaro

Questo è un articolo pubblicato il 13-02-2013 alle 17:15 sul giornale del 14 febbraio 2013 - 1781 letture